Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Documenti falsi per portarsi via l'iPhone, nei guai due ventenni

In manette due ventitreenni. I ragazzi sono stati arrestati dai carabinieri all'uscita da un negozio del centro in cui avevano acquistato un iPhone, fornendo documenti e numeri di carte di credito falsi per usufruire di una promozione

Specializzati in "acquisto con truffa" di iPhone. Si potrebbe definire così l'attività di due 23enni arrestati ieri dai carabinieri con le accuse di truffa, falsa attestazione a Pubblico Ufficiale sull’identità personale e indebito utilizzo di carte di credito. Vittime designate dei due giovani truffatori, entrambi originari di Napoli, i negozi di telefonia del centro cittadino, nei quali si presentavano esibendo falsi documenti e false carte di credito per approfittare delle promozioni sull'acquisto di cellulari iPhone.

Così, dopo numerose segnalazioni dei negozianti, i carabinieri sono riusciti a cogliere i due "con le mani nel sacco", bloccandoli all'uscita di un negozio del centro in cui, per l'ennesima volta, avevano messo in atto lo stesso stratagemma: falsi documenti, false carte di credito, e via con l'iPhone da pagare a rate di 30 euro al mese, che ovviamente sarebbero state prelevate direttamente dalle carte di credito clonate. Bloccati dai carabinieri, i due hanno tentato di sottrarsi al controllo fornendo ancora una volta false generalità, ma sono stati smascherati e portati in carcere.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Documenti falsi per portarsi via l'iPhone, nei guai due ventenni

BariToday è in caricamento