menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Mi hai rotto lo specchietto, paga il danno", automobilista annota la targa e va dai carabinieri: smascherati truffatori

Una coppia denunciata per il raggiro ai danni di un 60enne barese avvenuto a Japigia. La vittima ha consegnato 200 euro ma poi ha denunciato tutto in caserma, consentendo ai militari di identificare i due

Prima il 'botto' (simulato), poi la richiesta di risarcimento: "Mi hai rotto lo specchietto, dammi 320 euro". L'automobilista di turno ha consegnato la somma di 200 euro, ma dopo aver annotato la targa della vettura che aveva subito il presunto danno, ha comunque denunciato tutto ai carabinieri. Così i due artefici della tentata truffa dello specchietto sono stati identificati e denunciati.

E' accaduto nei giorni scorsi a Bari. Vittima del tentato raggiro un 60enne barese. Il malcapitato, lo scorso 5 febbraio in via Archimede, mentre era a bordo della propria auto, aveva sentito un forte rumore sulla parte anteriore del veicolo e, subito dopo, era stato avvicinato da un mezzo il cui conducente lo accusava, falsamente, di avergli rotto lo specchietto laterale. Il truffatore, quindi, lo incalzava chiedendogli un risarcimento immediato di 320 euro e ottenendo la consegna di 200 euro in contanti. Per fortuna la vittima, insospettita dalla vicenda, ha trascritto il numero di targa della controparte e, a seguito di denuncia alla Stazione di Bari Japigia, i due artefici del raggiro sono stati identificati e denunciati. Si tratta in un 25enne, già noto alle forze dell’ordine, e di una donna, proprietaria del veicolo, anche lei censurata, la quale è stata deferita per favoreggiamento personale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Emiliano contro il coprifuoco alle 22: "Non ha senso e penalizza il turismo". Sulla scuola "il problema è per i mezzi di trasporto"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento