Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Operazioni finanziarie con i soldi di Ici e Tarsu, due arresti al Comune di Terlizzi

Ai domiciliari il dirigente della settore Servizi finanziari e risorse e il presidente della società addetta al servizio di riscossione tributi

Il Comune di Terlizzi

Avrebbero sottratto indebitamente la somma di circa 1,2 milioni di euro, provenienti dalla riscossione delle tasse del Comune di Terlizzi, utilizzando il denaro per operazioni finanziarie, lucrando sui ritardi dei trasferimenti all'ente e facendo transitare il denaro su altri conti. E' questa l'accusa con cui sono finiti oggi agli arresti domiciliari il dirigente del settore Servizi finanziari e risorse e il presidente della società addetta al servizio di riscossione tributi per conto dello stesso Comune. I due indagati, finiti nel mirino di un'inchiesta condotta dalla Procura di Trani, dovranno rispondere di peculato, tentata concussione e abuso di ufficio.

LE INDAGINI - Secondo quanto accertato dagli investigatori, i due indagati in concorso tra loro e con la collaborazione dell'amministratore delegato della stessa società di riscossione tributi, si sarebbero appropriati in modo indebito, nel periodo 2011 e 2012, di versamenti relativi alle tasse locali - per un totale di circa 1,2 milioni di euro - anzichè versarli nelle casse del Comune di Terlizzi. In particolare, dopo aver distratto le somme, gli indagati le avrebbero investite in una finanziaria e solo una volta che erano maturati gli interessi, il denaro arrivava al Comune, con un ritardo compreso tra i 230 e i 512 giorni (come risulta nel caso di tributi incassati nel 2008, 2009 e 2010). Inoltre le somme riscosse nel periodo dall'aprile 2010 a giugno 2011, di competenza del Comune, per un importo complessivo di 2.283.517 euro sono state fatte transitare su un conto corrente intestato a una societa' finanziaria riconducibile ai dirigenti della societa' concessionaria del servizio di riscossione, permettendo alla stessa di distrarre il denaro pubblico e utilizzarlo per fini finanziari.

L'attivita' investigativa ha messo in luce come tali irregolarita' nella gestione del servizio di riscossione dei tributi per conto del Comune di Terlizzi da parte degli amministratori della societa' concessionaria fossero frequenti e ripetute, mentre è stata accertata anche la responsabilità del dirigente comunale che avrebbe evitato in modo consapevole di effettuare i dovuti controlli contabili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazioni finanziarie con i soldi di Ici e Tarsu, due arresti al Comune di Terlizzi

BariToday è in caricamento