Cronaca

Chiamate verso i numeri 899, undici persone indagate per truffa

Attraverso raggiri informatici si allacciavano alle reti domestiche, facendo partire le chiamate. A farne le spese ignari utenti che si ritrovavano con bollette da migliaia di euro da pagare

Utilizzavano le cabine telefoniche ubicate a Bari e provincia per allacciarsi - attraverso una serie di raggiri informatici - alle reti domestiche di ignari utenti Telecom e di altre compagnie telefoniche. Da quelle utenze facevano partire delle telefonate verso i numeri con prefisso 899 e 144 con il solo scatto alla risposta fino a 12 euro. Le chiamate venivano poi addebitate sul conto degli ignari utenti, che si ritrovavano a dover pagare bollette da capogiro.

Le persone coinvolte nella truffa, indagate dalla Procura di Bari, sono in tutto undici, tra cui pregiudicati di Bari e Napoli, e sono accusate di associazione per delinquere finalizzata alle truffe e alle frodi informatiche. Alcuni degli indagati sono titolari dei centri servizi che gestiscono le telefonate verso i numeri 899 e 144 per conto delle diverse compagnie telefoniche. Il guadagno su queste chiamate, infatti, non viene incassato dai gestori telefonici ma dai centri servizi che gestiscono questo tipo di traffico.

I fatti contestati si riferiscono al 2007:  la polizia ha accertato l'esistenza di almeno 400 telefonate 'truffaldine' in ciascuna bolletta. A far scattare l'inchiesta era stata proprio una denuncia di Telecom Italia dopo le numerose segnalazioni di clienti che si erano visti recapitare bollette per migliaia di euro per telefonate mai fatte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiamate verso i numeri 899, undici persone indagate per truffa

BariToday è in caricamento