Cronaca

Truffe su fondi pubblici, pensioni e sanità: scoperti illeciti per 400 milioni

Il bilancio di un anno di controlli della Guardia di Finanza in Puglia: le frodi più frequenti quelle sui finanziamenti statali, sulle esenzioni ticket e sulle pensioni

Falsi poveri, falsi invalidi, pensionati ormai deceduti che continuano a percepire la pensione, società fittizie messe in piedi ad hoc per aggiudicarsi finanziamenti pubblici. Sono solo alcune delle tipologie di truffe riscontrate dalla Guardia di Finanza nel corso di un anno (il 2011) di controlli in Puglia.

Un panorama vasto e variegato di frodi che spaziano dall'ambito dei finanziamenti statali e comunitari a quello della spesa sanitaria, dalle pensioni alle agevolazioni per i soggetti svantaggiati, per un valore complessivo di 400 milioni di euro di illeciti rilevati dalle Fiamme Gialle nel solo 2011.

Tra le frodi più frequenti, quelle sulla riscossione di finanziamenti pubblici statali:  nel corso dello scorso anno sono state denunciate 1078 persone, per un importo totale di 50,5 milioni di euro truffati alle casse dello Stato e degli enti locali. Ma anche sul versante della spesa sanitaria, le cose non sembrano andare meglio. In questo caso i soggetti denunciati in un anno sono stati 656 (250 milioni di euro l'importo complessivo delle truffe). Classica la modalità della truffa: presentate false autocertificazioni per ottenere indebitamente l'esenzione totale dal pagamento del ticket sanitario.

Altrettanto diffuse le indebite percezioni di pensioni (sia per i casi di false invalidità che per la riscossione di “pensioni dei defunti”): 734 le persone denunciate nel 2011 per oltre 4,8 milioni di euro frodati alle casse dello Stato. A concludere la "panoramica" stilata dalla Guardi di Finanza i cosiddetti "finti poveri": oltre 290 persone che hanno dichiarato false condizioni economiche disagiate per assicurarsi agevolazioni sulle iscrizioni scolastiche, esoneri affitti, mense, gratuito patrocinio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe su fondi pubblici, pensioni e sanità: scoperti illeciti per 400 milioni

BariToday è in caricamento