Cronaca

Casi di Tbc nel carcere minorile, l'Osapp lancia l'allarme

Il sindacato di polizia penitenziaria denuncia la presenza di nuovi casi di tubercolosi all'interno dell'istituto "Fornelli" dopo i 4 già registrati a maggio e lancia l'allarme: "Strumenti di prevenzione carenti"

Si registrano nuovi casi di Tbc all'interno dell'istituto penitenziario per minorenni "Fornelli" di Bari, dopo i quattro già registrati lo scorso maggio. A renderlo noto è il sindacato di polizia penitenziaria Osapp attraverso il vicesegretario nazionale Mimmo Mastrulli. Secondo le informazioni fornite dal sindacato, altri casi si sarebbero registrati in questi giorni anche in alcuni penitenziari per adulti del Sud Italia, tra cui quello di Lecce.

Oltre alla condizione di sovraffollamento delle carceri pugliesi, l'Osapp denuncia da tempo anche l'assenza di strumenti a tutela dell'incolumità fisica del personale penitenziario soprattutto in materia di prevenzione sanitaria.
"Non si registrano interventi di profilassi, tantomeno al personale - afferma Mastrulli - è stata fornita la prevista dotazione individuale di protezione". Alla gravità della "preoccupante situazione di sovraffollamento", si aggiunge quindi, secondo l'Osapp, il problema della assistenza sanitaria nei penitenziari che non sono dotati "di un adeguato continuativo servizio medico, specialistico, infermieristico e di base oltre al fatto che esiste una incredibile carenza di medicinali, a volte anche salva vita per i reclusi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casi di Tbc nel carcere minorile, l'Osapp lancia l'allarme

BariToday è in caricamento