Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

'I gioielli della corona' baresi: 14 Comuni metropolitani ineseme per valorizzare le bellezze artistiche

Presentata al Ministero la candidatura con l'obiettivo di ottenere un finanziamento da 355mila euro utilizzabile per interventi di valorizzazione delle aree di attrazione culturale

L'Area Metropolitana di Bari ha trasmesso al Ministero per i Beni Culturali la candidatura del progetto 'I Gioielli della Corona' per sostenere interventi di valorizzazione delle aree di attrazione culturale in 14 Comuni del Barese: si tratta di un'opportunità per "vedere riconosciuti fondi utili alla progettazione di una serie di interventi di riqualificazione e valorizzazione di beni materiali e immateriali presenti nei territori delle città aderenti".

Nella lista dei Comuni vi sono Bari (capofila), Acquaviva delle Fonti, Adelfia, Bitritto, Binetto, Bitetto, Capurso, Cellamare, Giovinazzo, Grumo Appula, Modugno, Triggiano, Valenzano, e Sannicandro. Gli interventi previsti ammontano a circa 355mila euro: ogni città ha individuato i beni culturali più rilevanti su cui poggiare una rete di offerta integrata di servizi turistici per migliorarne la fruizione: “Il bando Mibact offre ai Comuni uno strumento per rispondere a una serie di necessità strutturali e infrastrutturali cui spesso non si riesce a far fronte con i civici bilanci - spiega l'assessore alle Culture del Comune di Bari, Silvio Maselli -. In questo momento storico il nostro territorio ha bisogno di investire risorse per garantirsi una progettazione fisica e manageriale che consenta un'adeguata valorizzazione dei propri beni culturali materiali e immateriali. Non poteva mancare Bari, insieme ai suoi Comuni limitrofi, gioielli di una corona che - in caso di riconoscimento del finanziamento - ci consentirà di dotarci di piani di gestione e sistemi di valorizzazione che porteranno piú presenze turistiche e ricchezza per la nostra economia, con ricadute importanti sia sui territori sia sulle popolazioni"

“Questo progetto punta alla creazione di un polo museale della Terra di Bari - sottolinea Francesca Pietroforte, consigliera delegata ai Beni culturali della Città Metropolitana - un’iniziativa di area vasta che possa rafforzare l’offerta turistica e culturale, mettendo in evidenza le peculiarità di tutti i Comuni, anche di quelli più piccoli, migliorando l’accoglienza e potenziando l’attrattività del nostro territorio attraverso una governance culturale partecipata e capace di coinvolgere gli amministratori locali”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'I gioielli della corona' baresi: 14 Comuni metropolitani ineseme per valorizzare le bellezze artistiche

BariToday è in caricamento