Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Marocco, accoltellato e ucciso 18enne pugliese: il padre è in gravi condizioni

L'episodio è avvenuto a Kenitra, davanti al circo gestito dalla famiglia Lauciello, originaria di Corato. Il ragazzo è deceduto sul colpo mentre il genitore è in ospedale. L'aggressore potrebbe essere un ex dipendente della compagnia

Un 18enne pugliese, Alessandro Lauciello, originario di Corato, è stato accoltellato e ucciso a Kenitra, in Marocco, al termine di una violenta discussione nella notte tra martedì e mercoledì: ferito il padre, Massilimiano, proprietario del Circo Massimo. L'episodio è avvenuto all'esterno di un luna park gestito dalla famiglia pugliese. Secondo le prime indagni i due sarebbero stati aggrediti da un ex dipendente licenziato poco tempo fa. Si sospetta che possa essere stato aiutato da alcuni complici. Il 18enne è deceduto immediatamente per le ferite riportate mentre il padre è attualmente ricoverato in ospedale: le sue condizioni sono gravi. L'assalitore è attualmente ricercato dalla polizia marocchina. I Lauciello vivevano nel Paese nordafricano dal 2014 quando il capofamiglia decise di lasciare Corato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marocco, accoltellato e ucciso 18enne pugliese: il padre è in gravi condizioni

BariToday è in caricamento