Chiusura scuole, nuova udienza del Tar il 18 novembre. Emiliano: "Anche in Campania respinto il ricorso contro la dad"

Il governatore pugliese ha affidato ai social i suoi pensieri relativi alla 'guerra' tra le sezioni di Bari e Lecce sul ricorso contro il suo provvedimento. Ha ottenuto dal Tar Puglia di anticipare la nuova udienza

Nuova udienza al Tar sulla chiusura delle scuole in Puglia il 18 novembre. Un'anticipazione rispetto a quella originaria, fissata il 3 dicembre: a richiederla è stato il governatore Michele Emiliano, "vista l'urgenza di tutelare la salute pubblica" ha spiegato in un post social. Il presidente della Regione Puglia si mostra ottimista su un ribaltamento della decisione dei giudici amministrativi di Bari, che in dissenso con la sezione di Lecce avevano accolto il ricorso di genitori e associazioni contrari all'ordinanza che obbligava alla dad. "Una buona notizia - scrive in un post social - Il Tar della Campania,dopo quello di Lecce, conferma la correttezza del nostro provvedimento di chiusura delle scuole in presenza. Ricordo a tutti coloro che sono stati costretti ad accettare la didattica in presenza per la indisponibilità a concederla o ad organizzarla in tempi ragionevoli, che hanno il pieno diritto di pretenderla e che in mancanza potranno segnalare le omissioni al Prefetto e all’Ufficio scolastico regionale e anche a me come già stanno facendo". 

Il governatore plaude quindi alla decisione dei giudici amministrativi campani, che avevano motivato il blocco delle attività in presenza "sul rilievo della persistente emergenza sanitaria, sul verificato effetto moltiplicatore dei contagi connessi a positività nelle fasce di età scolare e sul prevedibile impatto sul sistema sanitario regionale". "Se così è, abbiamo ancora ottime possibilità di convincere il Tribunale Amministrativo della Puglia a restituire efficacia alla mia ordinanza n.407 che chiudeva la scuola primaria in presenza - aggiunge Emiliano - Non ci aspettavamo la sospensiva del Tar di Bari. Eravamo convinti che la nostra ordinanza n.407 fosse ineccepibile come anche il Tar Puglia Lecce e il Tar Campania hanno confermato. Ma il nostro è uno stato di diritto dove nessuno puó sottrarsi al controllo di legalità della Giustizia. Attendiamo con fiducia l’udienza del 18 novembre".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il van di Borghese sbarca a Bari: lo chef premia il miglior ristorante di crudo di mare

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Ultimo giorno di zona gialla, da domani la Puglia torna in arancione: cambiano regole e divieti

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

  • Scuola in Puglia, c'è l'ordinanza di Emiliano: superiori in Ddi per un'altra settimana, per elementari e medie resta la scelta alle famiglie

Torna su
BariToday è in caricamento