Cronaca

Undici beni demaniali trasferiti al Comune: c'è anche la pineta San Francesco

La procedura di trasferimento a titolo gratuito dall'Agenzia del Demanio al Comune, prevista dal federalismo demanianale, è stata completata in questi giorni. L'assessore al Patrimonio Brandi: "Subito bando per affidare le strutture della Pineta alle associazioni cittadine"

C'è anche la Pineta di San Francesco tra gli undici beni trasferiti a titolo gratuito dall'Agenzia del Demanio al Comune di Bari. La procedura, prevista dal federalismo demaniale, è stata completata in questi giorni.

Tra i beni trasferiti ci sono aree all'interno del PIRP San Marcello, porzioni di viabilità tra cui via Alberotanza da via Fanelli a via Alcide de Gasperi, a Carbonara, alcune aree interne a Punta Perotti e viabilità limitrofa, il parcheggio interno al mercato ortofrutticolo all'ingrosso MOI.

La procedura, spiega una nota del Comune, permetterà all’amministrazione comunale di avviare progetti di riqualificazione urbana e  valorizzazione dei beni acquisiti per restituirne la fruizione ai cittadini.

“Questa operazione di trasferimento -  spiega il vicesindaco e assessore al Patrimonio Brandi - si è resa possibile grazie alla sinergia con l’Agenzia del Demanio e in particolare con il direttore regionale Giuliana Dionisio e l'ing. Antonio Bino, che mi sento di ringraziare per la collaborazione. Ora potremo finalmente procedere con le attività comunali che ci permetteranno di sbloccare alcuni procedimenti importanti. Siamo pronti per la pubblicazione del bando utile ad affidare le strutture presenti nella Pineta di San Francesco alle associazioni cittadine che proporranno attività sociali e ricreative e, grazie all'acquisizione delle strade site nell’area del PIRP di San Marcello, potremo avviare il progetto riqualificazione urbana. Il trasferimento dei tratti di viabilità ci consentiranno una più compiuta gestione, viste le difficoltà che l’amministrazione incontra ogni qualvolta deve prevedere attività di manutenzione sulle tante strade che ancora non sono di proprietà comunale. In un’ottica di razionalizzazione e gestione integrata del patrimonio pubblico - prosegue Brandi - stiamo operando, anche con la collaborazione dei cittadini, una ricognizioni delle aree da gestire”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Undici beni demaniali trasferiti al Comune: c'è anche la pineta San Francesco

BariToday è in caricamento