Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Università, calano le immatricolazioni: -3% rispetto al 2012

La flessione maggiore a Giurisprudenza e Scienze Politiche. Aumentano invece le iscrizioni a Farmacia, Scienze biotecnologiche e Scienze Infermieristiche

Meno 3% rispetto al 2012: le immatricolazioni all'Università di Bari sono in calo. E a risentire maggiormente della diminuzione di iscrizioni sono soprattutto i corsi di laurea più 'tradizionali', a cominciare da Giurisprudenza, dove la riduzione di immatricolazioni raggiunge il 15%. Ma non se la cavano meglio Lettere, Scienze politiche, e la facoltà di Economia (ad eccezione del corso in Economia e gestione delle aziende e dei sistemi turistici, che invece ha fatto registrare un boom di domande).

Scenario completamente diverso, invece, per i corsi di laurea legati alle professioni in ambito medico. A fare registrare il numero più alto di immatricolazioni sono Farmacia ( +8,67%), Scienze Biotecnologiche (+17%), e Medicina (+ 8,94), per la quale l'incremento è però legato soprattutto al boom del corso di laurea in Scienze Infermieristiche (+ 72,73). 

Pur con l'innegabile calo, la performance dell'ateneo barese nel numero di immatricolazioni resta comunque positiva se confrontata al calo ben più forte - tra il 7 e il 12% - registrato a livello nazionale. Dai dati relativi alla nuove iscrizioni, emerge comunque un'evidenza, ovvero il fatto che le preferenze dei giovani nella scelta del corso di laurea si stiano spostando dalle facoltà 'classiche', come Giurisprudenza o Scienze Politiche, a quelle dell'area medico-scientifica, ritenute probabilmente in grado di offrire maggiori opportunità lavorative.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, calano le immatricolazioni: -3% rispetto al 2012

BariToday è in caricamento