menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Fb Università Protagonista

Foto Fb Università Protagonista

Sei mesi di lezioni nell'ateneo barese, Uniba accoglie trenta studenti da Africa e Sudamerica

Presentato il progetto 'Come In Uniba', realizzato in collaborazione con la Regione, che vedrà protagonisti giovani tra i 20 e i 27 anni di Perù, Argentina, Senegal e Kenya

Trenta ragazzi provenienti da Senegal, Argentina, Perù e Kenya saranno studenti dell'Università di Bari grazie a una borsa di studio finanziata dalla Regione Puglia attraverso il progetto 'Come In Uniba', importante iniziativa per la mobilità studentesca intercontinentale e primo protocollo di rete nel suo genere dell'ateneo barese. I giovani, tra i 20 e i 27 anni, frequenteranno i corsi dei Dipartimenti di Medicina, Biologia, Economia, Informatica, Scienze della terra, Scienze della Formazione e Studi Umanistici: tra questi 24 insegnamenti (molti dei quali erogati in lingua inglese) da Ginecologia a Farmacologia, da Fisioterapia a Infermieristica d’emergenza, da Diritto commerciale internazionale ad Analisi del Marketing, da Intelligenza artificiale e Metodi Numerici a Fisica e Geologia applicata, da Sociologia dell’educazione a Letteratura italiana.

Le università coinvolte

Le universìtà coinvolte sono sei: Université Cheikh Anta Diop de Dakar - Sénégal, Strathmore University - Kenya, Somali National University - Somalia, Universidad Católica Sedes Sapientiae de Lima - Perù, Universidad Nacional de La Matanza de Buenos Aires - Argentina, Pontificia Universidad Católica de Valparaíso. Gli atenei cileno e somalo, per quest'anno accademico, non hanno inviato studenti. L'iniziativa è stata presentata dal rettore Antonio Felice Uricchio: "Come In Uniba, fortemente voluto dalla Regione e a cui l’Università di Bari - ha spiegato Uricchio - ha aderito con particolare entusiasmo, è un progetto d’inclusione, accoglienza, promozione di valori di integrazione interculturale e di accrescimento reciproco. Un’occasione per i nostri studenti di confrontarsi con un contesto internazionale particolarmente qualificato e per accogliere studenti da altri Paesi del mondo. Un’occasione per la nostra comunità accademica di crescere in un processo di internazionalizzazione che abbiamo fortemente sostenuto in questi anni e di promuovere i valori dell’interculturalità nell’Università Aldo Moro di Bari che è nata guardando lontano. Il suo simbolo, il faro, ci proietta verso il contesto mediterraneo ma ci consente di guardare anche all’Africa e al Sudamerica”.

Come si svolgerà 'Come in Uniba'

Gli studenti ospiti saranno affiancati da un Tutor Internazionale che affiancherà gli studenti supportandoli in tutte le loro esigenze pratiche e didattiche. La selezione pubblica ha premiato un “talento” dell’Università degli Studi di Bari iscritto al corso di studi in Mediazione linguistica: Khairy Aboghali, palestinese, traduttore ufficiale di sette lingue, è un ex utente del Servizio Cap con cui nel 2016 ha ottenuto l’equiparabilità del titolo di studio straniero in Italia. Tra i servizi che l’Università di Bari offrirà ai 30 borsisti, la compilazione di un “Personal Folder Skills”, risultato dell’azione di monitoraggio e valutazione degli esiti di apprendimento a cura del Cap , in cui verranno certificate le competenze finali degli studenti. Responsabile sarà la professoressassa Serafina Pastore, ricercatore in Didattica generale presso il Forpsicom e coordinatrice delle attività di certificazione del Cap, che in aprile sarà a premiata a New York, da prima italiana, quale Emerging Scholar per gli studi nel settore del Measurement and Assessment in Higher Education.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Salute

Una proteina prodotta dal nostro organismo è in grado di combattere i tumori al fegato: la scoperta dell’Irccs de Bellis di Castellana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento