Promuovere la deradicalizzazione attraverso la cooperazione, Uniba nella rete degli atenei italiani

L'Università di Bari è ammessi al finanziamento del progetto per l'attuazione di accordi di cooperazione con quelli di Stati aderenti all'organizzazione della cooperazione islamica

L'Università degli Studi di Bari è tra gli atenei ammessi al finanziamento del progetto per la 'Costituzione di reti universitarie italiane in attuazione di accordi di cooperazione tra le università italiane e quelle di Stati aderenti all'organizzazione della cooperazione islamica'. Uniba, negli ultimi anni, ha avviato programmi ed intese e percorsi di recupero socio-culturale-giuridico con le Procure per la deraclizzazione, con un corso ad hoc. L'ateneo barese sarà coinvolto nella rete con altre Università italiane (Upo, Lum Jean Monnet, Roma Tre, Milano Bicocca e altre) assieme ad altri 10 di Paesi aderenti all'Organizzazione della cooperazione islamica

"Nella nostra Università - spiega il rettore Felice Antonio Uricchio - è stato già avviato un master in 'Prevenzione della radicalizzazione del terrorismo e politiche per l'integrazione interreligiosa e interculturale', primo in Italia del genere, per la preparazione di esperti della prevenzione del terrorismo negli operational frameworks in cui occorre rafforzare la capacità locale di combattere la radicalizzazione. Ci accingiamo ad avviare nel nuovo anno - conclude Uricchio - la seconda edizione come master di II livello e tutte le altre attività del progetto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

Torna su
BariToday è in caricamento