Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Università, lunedì al via i test di ammissione per le facoltà a numero chiuso

Le prove proseguiranno fino al 14 settembre. Si comincia lunedì con Medicina e Odontoiatria. Quest'anno una novità anche per gli accompagnatori dei ragazzi: l'apertura straordinaria dei musei scientifici del Campus che saranno visitabili gratuitamente

Candidati durante una prova di ammissione all'Università

Avranno inizio lunedì prossimo i test di ammissione alle facoltà a numero chiuso dell'Università di Bari e proseguiranno fino al 14 settembre. Gli studenti che hanno presentato domanda per partecipare alle prove sono circa 22mila, per i quasi 3.171 posti disponibili. Si comincia lunedì 5 settembre con Medicina e Odontoiatria: per la prima volta quest'anno, è previsto un test unico per i candidati di entrambi i corsi di laurea. Seguiranno i test per Ingegneria, per i corsi delle professioni sanitarie, e infine gli altri corsi di laurea a numero chiuso.

Particolarmente rigoroso il sistema di controlli predisposto in occasione delle prove, dopo lo scandalo dei test truccati che vide coinvolta la facoltà di Medicina tre anni fa. All'ingresso della aule saranno collocati dei metal detector, mentre al loro intreno saranno installati dei disturbatori di frequenza per impedire i collegamenti con l'esterno. Massiccia sarà anche la presenza di personale addetto alla sorveglianza.

Ma la macchina organizzativa dell'Università di Bari ha pensato anche a chi accompagnerà i ragazzi impegnati nei test di ammissione. Proprio per offrire qualche occasione di svago a genitori ed amici che attenderanno le aspiranti matricole fuori dalle aule, è stata predisposta l'apertura straordinaria dei tre musei scientifici del Campus (Museo Orto Botanico, Museo di Zoologia e Museo di Scienze della Terra) che potranno essere visitati gratuitamente nei giorni delle prove.


Un'altra novità di quest'anno riguarda il contributo economico di 45 euro versato dai ragazzi per l'iscrizione ai test di ammissione. In uno degli ultimi Consigli di Ateneo, il sindacato studentesco universitario Link ha chiesto e ottenuto che i soldi incassati dalle iscrizioni vengano utilizzati esclusivamente per servizi agli studenti, ad esempio per le borse di studio. Una somma che, in tempi di crisi come questi, può risultare sicuramente molto utile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università, lunedì al via i test di ammissione per le facoltà a numero chiuso

BariToday è in caricamento