Cronaca

Università: facoltà di Informatica fiore all'occhiello dell'occupazione

Dato invidiabile per il corso di laurea in Informatica dell'Università di Bari: entro sei mesi dalla laurea ben l'85% percento dei neolaureati trova occupazione

Il presidente del CICSI Giuseppe Visaggio

Un risultato controcorrente: in un periodo di forte regressione economica e occupazionale, la facoltà di Informatica dell'Università di Bari esce fuori dal coro. Come emerso oggi nel corso dell'incontro tenutosi in mattinata al Campus fra imprese e corsi di laurea in Informatica, la percentuale di studenti neolaureati che trova lavoro entro sei mesi dalla fine degli studi è dell'85%. Un dato che fa della facoltà in questione il fiore all'occhiello a livello occupazionale. Grande soddisfazione ha espresso il presidente del CICSI, Consiglio Interclasse dei Corsi di Studio in Informatica, il professor Giuseppe Visaggio che ha così commentato la presentazione del dato: "Già quest’estate le statistiche pubblicate sull’Espresso vedevano l’intera Facoltà di Scienze dell’Ateneo barese vantare percentuali di occupazione qualificata dei neolaureati del 66%, di poco inferiori solo a quelle della Statale di Milano e di Genova. Ebbene, nello specifico campo informatico, dati alla mano vantiamo un tasso occupazionale dell’85% a sei mesi dalla laurea. E, sottolineo, parliamo di lavoro nel settore in cui ci si è formati. Del resto, basta vedere i management di grandi imprese come IBM, Microsoft o HP, pieni di nostri laureati. Insomma, per chi si immatricola, il messaggio è inequivocabile: in questo campo non c’è davvero bisogno di andare a studiare fuori. Non a caso, da noi le iscrizioni viaggiano con la confortante media di 400 annue". Il successo della facoltà di Informatica è dovuto a metodologie didattiche molto apprezzate dalle aziende: si va, infatti, da stage a project work passando per una didattica sempre più profilata sulle esigenze concrete delle aziende e di un mercato in continuo divenire fino ad arrivare ad una serie di servizi che creano competenze specifiche, anche on demand, supportate in rete da organismi regionali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università: facoltà di Informatica fiore all'occhiello dell'occupazione

BariToday è in caricamento