Cronaca

L'Asl Bari potenzia le Usca per affrontare i mesi più difficili del Covid: in arrivo 135 nuove assunzioni

Le unità saranno attive da fine dicembre: consentono il supporto e l’assistenza ai pazienti Covid che si trovano in quarantena a casa perché non necessitano di un ricovero ospedaliero operando anche in coordinamento con i medici di famiglia

Passeranno a 19 le Usca (Unità speciali di assistenza per l'emergenza Covid) attive nel Barese grazie all'assunzione di nuovi medici. L'Asl, in questi giorni, sta procedendo con l'integrazione degli organici con 135 figure contrattualizzate a tempo determinato che consentiranno di raggiungere quota 205 operatori attivi.

Alle 16 unità inizialmente predisposte se ne aggiungeranno altre 3 nei prossimi giorni per un totale di 19, a conclusione di lavori di adeguamento delle sedi e procedure di integrazione e organizzazione dell’organico.

Le Usca operative sono quelle afferenti ai comuni di Palo, Molfetta, Ruvo, Bari, Triggiano, Rutigliano, Noci, Altamura, Gravina, Santeramo, Grumo Appula, Gioia del Colle e Monopoli. Alcune di queste sono momentaneamente accorpate in alcuni distretti in attesa della sistemazione definitiva delle sedi e della organizzazione del personale.

Le unità saranno attive da fine dicembre. Le Usca consentono il supporto e l’assistenza ai pazienti Covid che si trovano in quarantena a casa perché non necessitano di un ricovero ospedaliero.Le unità operano anche in coordinamento con i medici di famiglia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Asl Bari potenzia le Usca per affrontare i mesi più difficili del Covid: in arrivo 135 nuove assunzioni

BariToday è in caricamento