rotate-mobile
Cronaca Gravina in Puglia

Gravina, imprenditore vessato e picchiato da usuraio: pregiudicato in manette

I carabinieri hanno arrestato un 51enne: avrebbe prestato soldi a un artigiano chiedendone la restituzione con interessi del 120%. La vittima sarebbe stata anche pestata dopo essersi rifiutata di pagare

I carabinieri hanno arrestato un pregiudicato gravinese 51enne, accusato di usura, estorsione e lesioni personali aggravate ai danni di un artigiano della cittadina murgiana. L'inizio della vicenda risale al 2013 quando l'imprenditore, trovatosi in difficoltà economiche, fu costretto a chiedere un prestito da 7mila euro a un usuraio del luogo. La vittima cadde così in una spirale infinita di interessi, superiori anche al 120%. 

Dopo aver restituito la somma si aggiunsero interessi per circa 13mila euro pagati con soldi e servizi resi dall'artigiano allo strozzino che, non contento, avrebbe preteso altri 20mila euro. Non ricevendo i soldi, il 51enne avrebbe poi pestato la vittima, provocandogli lesioni al volto guaribili in 10 giorni. L'ìmprenditore ha così deciso di denunciare tutto ai Carabinieri: di qui le indagini della Procura di Bari, coordinate dal sostituto procuratore Livia Giorgio, con il sequestro di documentazione relativa ai prestiti usurari e l'arresto de pregiudicato. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gravina, imprenditore vessato e picchiato da usuraio: pregiudicato in manette

BariToday è in caricamento