Sei imprenditori baresi risarciti con 2 milioni grazie al fondo antiusura: "Strumento fondamentale"

L'ufficialità, questa mattina, nel corso di un incontro in Prefettura a Bari con il Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket ed antiusura

La Prefettura di Bari

Sono sei gli imprenditori baresi risarciti da inizio 2018 con somme provenienti dal Fondo di solidarietà per le vittime di usura ed estorsione. L'importo erogato di oltre 2 milioni di euro ed è stato deliberato nel corso di un incontro in Prefettura a Bari con il Commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket ed antiusura, Domenico Cuttaia. Al confronto hanno preso parte anche i vertici di uffici giudiziari e forze dell'ordine assieme a rappresentanti di categoria e delle associazioni territoriali antiusura. Nel 2017, complessivamente, erano state erogate 600mila euro in favore di 11 imprenditori baresi. Per Cuttaia lo strumento "aiuta anche le indagini perché se l'imprenditore vuole accedere al fondo deve prima aver denunciato", per ui è importante "sensibilizzare" e "incidere ancor di più" sostenendo le vittime.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il van di Borghese sbarca a Bari: lo chef premia il miglior ristorante di crudo di mare

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Ultimo giorno di zona gialla, da domani la Puglia torna in arancione: cambiano regole e divieti

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

  • Scuola in Puglia, c'è l'ordinanza di Emiliano: superiori in Ddi per un'altra settimana, per elementari e medie resta la scelta alle famiglie

Torna su
BariToday è in caricamento