menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Primi studenti di Medicina vaccinati contro il Covid: dall'11 febbraio si parte con Infermieristica

Emanuele Rollo e Stefano Martano - che nelle scorse settimane sollevarono il problema dei ritardi per le vaccinazioni - sono i primi due iscritti ad aver ricevuto la dose Pfizer. Dal 16 febbraio toccherà agli iscritti di Medicina del sesto anno e fuoricorso

I primi due studenti a ricevere la dose sono stati scelti simbolicamente: si tratta di Emanuele Rollo e Stefano Martano, portavoce dell'associazione 'Studenti per Medicina' che negli scorsi giorni sollevarono il polverone nella Scuola di Medicina per i ritardi nell'avvio delle somministrazioni al Policlinico. Una stranezza, visto che durante i tirocini gli studenti sono impiegati in prima linea in ospedale, rischiando quotidianamente il contagio. L'appello lanciato in una nota indirizzata ai vertici di Ateneo ha sortito il suo effetto: il 'vaccine day' per gli studenti di Medicina inizierà per gli iscritti al sesto anno e per i fuoricorso, il 16 febbraio, per poi andare a coinvolgere nei giorni successivi gli studenti degli altri anni di corso.

Già da domani, invece, nel centro vaccinazioni partiranno le somministrazioni per gli iscritti ai corsi di laurea delle professioni sanitarie. Una platea numericamente inferiore: "Ad Infermieristica gli iscritti sono circa 300, ovvero l'attuale capacità giornaliera del Centro vaccinazioni" come spiegano dalle associazioni Studenti Per e Ops-Obiettivo Professioni Sanitarie. Le operazioni dovrebbero quindi concludersi con celerità, per poi lasciare spazio agli studenti di Medicina. Stesso discorso per gli iscritti a Odontoiatria, che pure dovrebbero ricevere le vaccinazioni in un'unica giornata.

La procedura per la vaccinazione

Tutti gli studenti riceveranno comunque sulla loro mail istituzionale un calendario con i giorni di somministrazione e potranno controllare la data di interesse attraverso la matricola. Priorità sarà comunque data a chi si trova impegnato nel tirocinio, specialmente se in reparti afferenti alla Covid zone. Verrà così completata la platea degli studenti della Scuola di Medicina: "Chi sta svolgendo il tirocinio in altri presidi ospedalieri - spiegano dalle associazioni studentesche  - ad esempio al 'De Bellis' di Castellana Grotte e all'ospedale 'Miulli' di Acquaviva', aveva già ricevuto la dose di vaccino dalla struttura in cui era impiegato. Quello di oggi si tratta di un passo importante".

vaccinazione medicina 2-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento