menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dagli ambulatori agli ospedali fino a domicilio: somministrate oltre 5mila dosi di vaccino anti Covid in un giorno tra Bari e provincia

Oggi solo nel distretto unico di Bari, medici di medicina generale al lavoro per tutto il giorno per eseguire anche nell’ambulatorio di Japigia 432 vaccinazioni e 210 domiciliari e in via Fani 108 dosi in ambulatorio e altrettante 108 dosi domiciliari

Sono 5440 i vaccini anti Covid somministrati alle 17.30 di oggi in un giorno nel territorio dell'Asl Bari. Lo comunica la Regione Puglia. In particolare, 1958 sono stati inoculati a cura dei medici di Medicina generale che stanno operando sia a domicilio che nelle sedi Asl in sinergia con gli operatori dei distretti socio sanitari. Le dosi messe a disposizione del Noa sono destinate a soggetti fragili e over 80: questi ultimi sono in fase di conclusione nella ASL che da lunedì è pronta a partire con le somministrazioni negli hub di popolazione con le vaccinazioni per le fasce di età 79-70 anni.

Oggi solo nel distretto unico di Bari, medici di medicina generale al lavoro per tutto il giorno per eseguire nell’ambulatorio di Japigia 432 vaccinazioni e 210 domiciliari e in via Fani 108 dosi in ambulatorio e altrettante 108 dosi domiciliari. Si continuerà domani sempre a Bari con 558 dosi in ambulatorio e 174 dosi domiciliari. Attivi senza sosta anche i medici del distretto di Bitonto, dove sono state effettuate oltre 400 vaccinazioni, Locorotondo con 300 vaccinazioni tra oggi e domani, Rutigliano con 384 dosi e ad Altamura con altre 198 dosi. Proseguono intanto le vaccinazioni per over 80 e pazienti oncologici: oggi al PalaLaforgia sono stati vaccinati i primi 133 pazienti oncologici, su una platea di circa 300, afferenti all'Unità di Oncologia dell’Ospedale San Paolo Bari. Si tratta di pazienti in corso di trattamento chemioterapico, immunoterapico e biologico. In altre due successive sedute, in programma il 15 e 19 aprile secondo una scansione legata alle terapie, saranno vaccinati i restanti pazienti seguendo una precisa casistica: dopo quelli in trattamento attuale, i pazienti in trattamento chemioterapico entro i sei mesi, poi quelli in trattamento ormonale e a seguire gli altri pazienti oncologici. Contestualmente ai pazienti oncologici, o subito dopo, verranno vaccinati anche i caregiver e successivamente i conviventi. In una fase ulteriore si passerà alla vaccinazione dei pazienti impossibilitati perché attualmente implicati nel Covid. Anche nell’Ospedale di Altamura, oltre agli over 80, si sta completando la vaccinazione dei pazienti oncologici in cura nell’unità operativa di Oncologia: 99 sono stati vaccinati nei primi due giorni, gli ultimi 42 lo saranno lunedì per un totale di 141. Dall’inizio della pandemia si registrano oltre 250mila somministrazioni, tra prime e seconde dosi.

Al Policlinico di Bari nella giornata dedicata al completamento delle vaccinazioni destinate a pazienti oncologici, oncoematologici, donne con tumori ginecologici, pazienti in radioterapia e in chemioterapia in cura presso le cliniche ospedaliere sono in programma 2.800 appuntamenti. I 42 ambulatori predisposti hanno aperto le porte alle 8.30 del mattino e continueranno a lavorare fino a esaurimento delle liste a tarda sera.
In particolare dalle 18 sono previste le vaccinazioni dei caregiver i cui nominativi sono stati già preventivamente individuati e comunicati dai pazienti oncologici e trapiantati in fase di somministrazione del vaccino.

Seconda giornata di vaccini no stop all'Istituto Tumori di Bari. La giornata di somministrazioni è cominciato alle 8 e andrà avanti fino a mezzanotte. Sono attesi 252 pazienti oncologici e onco-ematologici con i rispettivi caregiver. Si replica anche domani, domenica, con gli stessi numeri: 252 pazienti e rispettivi caregiver, con turni di vaccinazione dalle 8 alle 24. Ieri, venerdì, dalle 14 alle 24, sono stati vaccinati 102 pazienti e 140 caregiver. Da domenica 4 aprile, primo giorno di vaccini per i pazienti dell'oncologico di Bari, a ieri venerdì 9 aprile, sono stati vaccinati in tutto poco più di 360 malati di tumore.


Oltre 300 le vaccinazioni all’Ospedale “F. Miulli” di Acquaviva delle Fonti (BA) da ieri a oggi dedicate ai pazienti oncologici e ai loro caregiver. L’iniziativa, di particolare rilevanza non solo per il territorio ma in una visione più ampia di lotta al Covid, si rivela determinante per la tutela della salute di persone particolarmente fragili, che al Miulli trovano spazi e personale specificamente attrezzati e formati per fornire i vaccini in tranquillità e sicurezza. La somministrazione, realizzata in coordinamento con la Regione Puglia, è destinata a 150/200 persone al giorno.

Proseguono le somministrazioni all’Irccs De Bellis di Castellana Grotte ai pazienti oncologici, che in tutto sono circa 400 e per i loro caregiver: si lavora alle somministrazioni per tutto il weekend che verranno completate domani, salvo per i pazienti che devono seguire tempi differenti legati alle terapie. In Puglia, complessivamente i vaccini somministrati sino ad oggi sono 743.033 (dato aggiornato alle 17.30).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento