Cronaca

Vaccini anticovid in Puglia, ecco le modalità per over 60 e 70: numero verde, sito web o farmacia per confermare l'adesione

La Regione fissa le regole per le prossime categorie da vaccinare: i pazienti fragili saranno chiamati dai medici di famiglia, mentre sessantenni e settantenni non sarà necessaria la prenotazione, ma ci saranno tre canali per confermare la data della somministrazione già calendarizzata

La Regione Puglia, sulla base del piano per le vaccinazioni anticovid già reso noto sabato scorso, mette a punto i dettagli per le somministrazioni previste per le prossime categorie (individuate seguendo il piano nazionale) e comunica cronoprogramma e modalità di accesso. Sulla sezione “Speciale Coronavirus” del portale istituzionale della Regione Puglia https://regione.puglia.it/web/speciale-coronavirus sono raccolte tutte le informazioni utili sull’emergenza Covid. In particolare cliccando sul pulsante “Vaccino anticovid” si apre una sezione dedicata alle vaccinazioni che contiene, insieme alle Domande frequenti e al Modulo di consenso alla vaccinazione, anche il Calendario vaccinale con tutti gli aggiornamenti in tema di categorie, modalità di prenotazione e cronoprogramma, secondo lo schema comunicato lo scorso 13 marzo.

Le prossime categorie che avranno accesso al vaccino

Al momento le fasce di popolazione calendarizzate sono: personale sanitario, persone da 80 anni in su, personale scolastico, Forze armate e Forze dell’Ordine, strutture penitenziarie, luoghi di comunità, persone con elevata fragilità, persone tra i 70 e 79 anni, persone tra 60 e 69 anni, persone con meno di 60 anni con patologie. Le categorie vaccinali sono individuate dal Piano nazionale vaccini anti-Covid. Le vaccinazioni di personale sanitario ed Rsa, over 80, personale scolastico e universitario, forze dell’ordine e forze armate, strutture penitenziarie, sono già avviate e in via di programmazione. Le prossime fasce previste dal piano vaccinale riguardano le persone con elevata fragilità, persone tra i 70 e 79 anni, persone tra 60 e 69 anni, persone con meno di 60 anni con patologie, luoghi di comunità. "Fermo restando - sottilineano sempre dalla Regione - che il rispetto dei tempi è sempre condizionato dall’arrivo dei vaccini e dalla loro disponibilità".

VACCINI PER I PAZIENTI FRAGILI: DA QUANDO E COME FARE

Over 60 e 70: niente prenotazione, ma conferma della data fissata

Quali sono dunque modalità e tempi previsti per le somministrazioni? In sintesi, i pazienti fragili, come noto, dovranno attendere la chiamata del proprio medico di medicina generale, mentre per over 60 e 70 non servirà la prenotazione ma si potrà conoscere e confermare data e luogo della vaccinazione già fissata attraverso tre canali: la piattaforma 'La Puglia ti vaccina', un numero verde regionale dedicato (i dettagli verranno presentati nei prossimi giorni) e le farmacie accreditate. L'adesione, non obbligatoria - spiegano dalla Regione - può essere manifestata con tutte e tre le modalità. La conferma è utile per consentire una migliore organizzazione delle somministrazioni. Vediamo i dettagli.

IN PARTENZA LE VACCINAZIONI DOMICILIARI PER GLI OVER 80

Vaccinazione per le persone con elevata fragilità

Sono le persone, dai 16 anni in su, individuate dal Piano nazionale vaccini anti-Covid-19 come particolarmente fragili per rischio elevato di sviluppare forme gravi di Covid-19, a causa di un danno d’organo pre-esistente, per una malattia rara o per una compromissione della risposta immunitaria a SARS-CoV-2 (estremamente vulnerabili) e per grave disabilità (fisica, sensoriale, intellettiva, psichica), ai sensi della legge 104 del 1992 art. 3 comma 3. L’avvio delle somministrazioni è previsto dal 29 marzo, compatibilmente con il regolare arrivo delle dosi di vaccino previste dal Governo nazionale. La persona interessata attende la chiamata del proprio medico di medicina generale o del centro specialistico di cura (per esempio, centro dialisi, centro di cura della talassemia). La presenza di familiari conviventi e caregiver può essere comunicata al medico o al centro di cura, questi provvedono alla vaccinazione del caregiver contestualmente a quella della persona fragile. La vaccinazione delle persone in condizione di elevata fragilità avviene in ordine di anzianità. Maggiori info su
https://www.regione.puglia.it/web/speciale-coronavirus/vaccino-anti-covid/persone-elevata-fragilita

Vaccinazione anti-Covid per le persone da 70 a 79 anni (nate tra il 1951 e il 1942)

In questa categoria rientrano le persone tra 70 e 79 anni che non siano in condizioni di elevata fragilità. La vaccinazione avviene negli ambulatori dedicati delle Aziende sanitarie locali (ASL) di riferimento. L’avvio delle vaccinazioni è previsto il 12 aprile, compatibilmente con il regolare arrivo delle dosi di vaccino previste dal Governo nazionale. Il sistema sanitario ha definito il calendario di offerta vaccinale per tutte le persone che rientrano in questa categoria, sulla base dei dati presenti nell'anagrafe sanitaria regionale. Dal 29 marzo è possibile consultare data e luogo della propria vaccinazione attraverso: la piattaforma La Puglia ti vaccina; il numero verde regionale; le farmacie accreditate. L'adesione, non obbligatoria, può essere manifestata con tutte e tre le modalità. La conferma è utile per consentire una migliore organizzazione delle somministrazioni.

Vaccinazione anti-Covid per le persone da 60 a 69 anni (nate tra 1961 e il 1952)

In questa categoria rientrano le persone tra 60 e 69 anni che non siano in condizioni di elevata fragilità. La vaccinazione avviene negli ambulatori dedicati delle Aziende sanitarie locali (ASL) di riferimento. L’avvio delle somministrazioni è previsto dal 26 aprile, compatibilmente con il regolare arrivo delle dosi di vaccino previste dal Governo nazionale. Il sistema sanitario ha definito il calendario di offerta vaccinale per tutte le persone che rientrano in questa categoria, sulla base dei dati presenti nell'anagrafe sanitaria regionale. Dal 12 aprile è possibile consultare data e luogo della propria vaccinazione attraverso: la piattaforma La Puglia ti vaccina, il numero verde regionale; le farmacie accreditate. L'adesione, non obbligatoria, può essere manifestata con tutte e tre le modalità. La conferma è utile per consentire una migliore organizzazione delle somministrazioni.

Vaccinazione per le persone con meno di 60 anni con patologie

Sono le persone con meno di 60 anni con patologie o situazioni di compromissione immunologica (comorbidità) che possono aumentare il rischio di sviluppare forme severe di Covid-19. In gran parte le patologie prese in considerazione dal Piano nazionale vaccini anti Covid-19  sono le stesse riportate per i soggetti estremamente vulnerabili, ma in forme meno gravi. Anche in considerazione dell’età anagrafica, questo gruppo è dunque caratterizzato da un minor rischio. L'avvio delle somministrazioni è previsto dal 3 maggio, compatibilmente con il regolare arrivo delle dosi di vaccino previste dal Governo nazionale. La persona interessata attende la chiamata del proprio medico di medicina generale. Maggiori info su https://www.regione.puglia.it/web/speciale-coronavirus/vaccino-anti-covid/persone-con-patologie-meno-60-anni

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini anticovid in Puglia, ecco le modalità per over 60 e 70: numero verde, sito web o farmacia per confermare l'adesione

BariToday è in caricamento