menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lopalco e la campagna anti Covid in Puglia: "Completata la vaccinazione di tutti gli anziani nelle Rsa e del personale sanitario"

L'assessore regionale: "Resta qualche coda di liberi professionisti che dovranno avere un po' di pazienza perchè non erano inclusi nel piano originario della struttura commissariale. Abbiamo vaccinato, al 5 marzo, 58.000 ultraottantenni: un quarto del totale"

"Abbiamo somministrato oltre l'85% dei vaccini ricevuti. Per usare la scorta del 30% (che abbiamo ridotto al 15%), quella da conservare per le seconde dosi, si sta facendo un lavoro certosino di programmazione delle seconde dosi. Siamo fra le regioni italiane che sta utilizzando piu' velocemente tutte le consegne. Questi sono numeri. Per i miracoli ci stiamo attrezzando": ad affermarlo, in un post, è l'assessore regionale pugliese alla Salute, Pier Luigi Lopalco, in un post su Facebook.

L'epidemiologo ha annunciato che è stata completata la vaccinazione di tutti gli anziani nelle Rsa e del personale sanitario. "Resta qualche coda di liberi professionisti che dovranno avere un po' di pazienza perche' non erano inclusi nel piano originario della struttura commissariale. Abbiamo vaccinato, al 5 marzo, 58.000 ultraottantenni: un quarto del totale. Se avessimo avuto più scorte, ne avremmo vaccinati di più", sottolinea.

"Abbiamo vaccinato  - aggiunge - già metà del personale scolastico e la loro vaccinazione si completerà il 14 marzo con l'arrivo della prossima scorta di AstraZeneca. Procede la vaccinazione delle forze dell'ordine, man mano che consegniamo il vaccino. Sarà dunque avviata progressivamente la vaccinazione degli altri appartenenti ai servizi essenziali. La situazione delle consegne migliorerà drasticamente in aprile, quando probabilmente arrivera' anche il vaccino Janssen/J&J. Per quel momento ci stiamo preparando allestendo, oltre alle centinaia di punti vaccinali attualmente attivi, grossi hub presso palazzetti dello sport o altre grandi strutture", sottolineaLopalco ricordando che è stato "concluso l'accordo con i medici di Medicina generale che presto (appena avranno vaccino disponibile) vaccineranno gli ultra80enni a domicilio e le persone con elevato livello di fragilità".

L'assessore conclude il post con un invito alla cittadinanza: "Non telefonate al medico di Medicina generale. Non hanno ancora il vaccino nello studio e saranno loro a chiamare i pazienti che si sono prenotati appena ci sara' il vaccino disponibile nei prossimi giorni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Emiliano contro il coprifuoco alle 22: "Non ha senso e penalizza il turismo". Sulla scuola "il problema è per i mezzi di trasporto"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento