Stretta sui vaccini nelle scuole, una decina i bambini allontanati in Puglia: "Casi anche a Conversano"

I dati sono stati forniti dalla dirigente dell'Ufficio scolastico regionale, Anna Cammalleri, e dal presidente regionale dell'associazione dei presidi, Roberto Romito

Sarebbero "una decina in tutta la regione" i casi di bambini destinatari di decreti di espulsione da asili nido e scuole materne perché non in regola con gli obblighi vaccinali. I dati forniti dalla dirigente dell'Ufficio scolastico regionale, Anna Cammalleri, mostrano come non abbia avuto forti ricadute la stretta del Governo sui vaccini, dichiarati obbligatori - non basta più l'autocertificazione dei genitori - per l'accesso agli istituti. 

Lunedì scorso erano scattate le ultime 24 ore per presentare i certificati di vaccinazione dei bambini di età 0-6 anni. In Puglia la percentuale dei bambini vaccinati si aggira attorno al 95 per cento, ma nel 5 per cento residuo è compresa anche la percentuale di coloro che, a causa di patologie pregresse, sono esonerati dagli obblighi. Secondo il presidente regionale dell'associazione dei presidi, Roberto Romito, la stima dei bambini che potrebbero essere allontanati dalle scuole perché non in regola sarebbero del 2-3 per cento. Tra questi figurerebbero "anche 3 su 200 in una scuola di Conversano" ricorda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Muore a 53 anni l'avvocata Antonella Buompastore, ex proprietaria del Kursaal Santa Lucia

  • Bari, smantellato traffico internazionale di droga: 15 arresti, sequestri di beni per 3,5 milioni

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

Torna su
BariToday è in caricamento