menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini e iscrizioni, le scuole invieranno gli elenchi degli alunni alle Asl: "Procedure più semplici"

Accordo tra Regione Puglia, Anci e Ufficio Scolastico Regionale: saranno contattate solo le famiglie di bambini e ragazzi non in regola con le disposizioni di legge

Intesa sottoscritta, questa mattina, tra Regione Puglia, Anci e Ufficio Scolastico Regionale per ridurre e snellire gli adempimenti burocratici sulle certificazioni dei vaccini richieste per le iscrizioni a scuole ed asili, come previsto dalla nuova legge. L'accordo permetterà alle scuole di trasmettere gli elenchi degli alunni iscritti direttamente alle Asl. Queste, successivamente, procederanno alle verifiche, attraverso le proprie anagrafi vaccinali, sulla situazione bambino per bambino. 

Saranno contattate le famiglie non in regola con le vaccinazioni

Le Asl, quindi, contatteranno le famiglie che risulteranno non in regola. Una possibilità estesa alle scuole comunali grazie al contributi di Anci. Non sarà dunque necessario, per gli istituti, segnalare alle Asl la posizione di ogni alunno. I dubbi riguardanti la privacy sono stati fugati dopo il parere positivo del Garante nazionale, a seguito di una richiesta della Regione Toscana. In queste ore si stanno ultimando gli ultimi i dettagli tecnici ed operativi. In Puglia i bambini e i ragazzi tra gli 0 e i 17 anni sono circa 680mila di cui 600mila iscritti in 664 istituti scolastici. Sono intanto 40mila, in pochi giorni, dopo l'accordo che consente di ottenerle gratuitamente, le attestazioni di regolarità vaccinale acquisite da altrettanti alunni nelle farmacie della regione. Il termine ultimo di presentazione per asili nido e scuole dell'infanzia è fissato al 10 settembre, mentre per le scuole dell'obbligo al 31 ottobre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento