Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Noicàttaro

Vaccino Covid anche se fuori lista, il sindaco di Noicattaro replica: "Molte disdette quel giorno"

Raimondo Innamorato ha spiegato i motivi della sua scelta di vaccinarsi a un'emittente televisiva barese. La dose sarebbe stata somministrata il 6 gennaio scorso

Si vaccina contro il Covid anche se non tra le persone con priorità, scatenando diverse polemiche a Noicattaro. È la vicenda che vede protagonista il sindaco del comune barese, Raimondo Innamorato, che avrebbe ricevuto una dose il 6 gennaio scorso. Una scelta che ha fatto aggrottare la fronte a più di una persona, visto che solo alcune categorie a rischio sono state finora vaccinate. 

Vaccinate in Puglia 43mila persone: coperto il 53% delle dosi

Il primo cittadino ha spiegato le motivazioni del gesto in un'intervista all'emittente televisiva Telebari, ricordando che nel giorno della vaccinazione era rimasta inutilizzata la dose scongelata, viste le diverse disdette ricevute dall'Asl. "Ho chiesto ad Asl di contattare altri soggetti - ha spiegato il sindaco - ma loro mi hanno ribadito che avevano già provato invano. Mi hanno fatto comprendere che diversamente quella dose sarebbe stata gettata”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino Covid anche se fuori lista, il sindaco di Noicattaro replica: "Molte disdette quel giorno"

BariToday è in caricamento