menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cani seviziati e uccisi a Valenzano: denunciato il proprietario

Esposto presentato in Procura da tre associazioni animaliste: il caso risale al 17 gennaio. I corpi senza vita dei due esemplari di grossa taglia sono stati rinvenuti in un terreno: uno aveva una corda legata al collo. Entrambi presentavano ecchimosi e lividi

Due cani morti di cui uno rinvenuto con una corda al collo e tre denunce presentate contro il proprietario. La terribile storia arriva da Valenzano e risale al 17 gennaio scorso, ma è stata resa nota dopo l'esposto in Procura presentato dall'Aidaa (Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente) che affianca quelli di 'Puglia Animalista' e Lega Nazionale per la Difesa del Cane. Gli esemplari, femmine di circa due anni, taglia grande, sterilizzate e microchippate, sono stati rinvenuti dai vigili su di un terreno in una zona residenziale del paese: vicino a loro, una catasta di legno bruciata e alcune coperte sporche di terreno.

I corpi dei cani sono stati analizzati dai tecnici dell'Università che hanno rilevato ecchimosi e lividi sul collo. Non c'è però certezza sulle cause della morte e si aspettano i rilievi dell'Istituto zooprofilattico per capire e c'è stato avvelenamento o meno. In ogni caso le denunce sono partite. Secondo le associazioni animaliste, i cani, adottati in precedenza da un canile della zona, sarebbero stato uccisi in un altro luogo e quindi trasportati dove poi è avvenuto il ritrovamento: "La grossa corporatura dei due poveri animali suggerirebbe - afferma Emma Melica, presidente della sezione di Valenzano della Lega Nazionale per la Difesa del Cane - che chi ha agito lo avrebbe fatto con un complice. Noi, in ogni caso, prestiamo molta attenzione alle adozioni degli animali. Bisogna essere sempre molto cauti nella scelta delle persone".

Il proprietario dei cani che, secondo alcune testimonianze, avrebbe una personalità borderline, avrebbe negato ogni coinvolgimento. Intanto è stato deferito per maltrattamenti agli animali, in attesa delle prosieguo delle indagini per ricostruire l'intera vicenda, facendo luce anche su sparizioni di altri esemplari, alcuni dei quali, secondo l'Aidaa apparterebbero al proprietario denunciato nei giorni scorsi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento