menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Soldi per una candidatura", chiesto processo per il sindaco di Valenzano

Secondo l'accusa, il primo cittadino avrebbe chiesto all'ex vicesindaca del paese mille euro al mese in cambio della candidatura alle elezioni regionali del maggio 2015

Avrebbe chiesto denaro in cambio di una candidatura alle elezioni regionali. Con questa accusa la procura di Bari ha chiesto il rinvio a giudizio per il sindaco di Valenzano, Antonio Lomoro.

In particolare, il primo cittadino avrebbe chiesto la somma di mille euro al mese all'allora vicesindaca del paese, Francesca Ferri, in cambio della possibilità di candidarsi alle elezioni regionali del maggio 2015 senza incorrere nella sfiducia in giunta comunale. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, dopo il suo rifiuto, nel marzo 2015, alla Ferri sarebbe stato revocato l'incarico al Comune. Nell'ambito della stessa vicenda, la Procura ha chiesto il processo anche per il consigliere comunale di maggioranza Agostino Partipilo. Le indagini sono partite dalla denuncia della stessa Ferri, difesa dall'avvocato Fabio Campese, che si costituirà parte civile.

Di recente, la cittadina alle porte di Bari è finita al centro dell'attenzione per l'episodio della mongolfiera della festa patronale 'dedicata' alla famiglia di un pregiudicato locale. Una vicenda che ha dato vita ad un acceso dibattito sulla mafia e sul ruolo delle istituzioni, che ha visto il primo cittadino in contrasto con altri esponenti delle istituzioni, come il governatore Emiliano e il sindaco Decaro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, Lopalco: "Con limiti ad Astrazeneca dosi non utilizzabili per soggetti fragili, ecco perché somministrazioni ad altre categorie"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento