Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca Valenzano

"Sospette infiltrazioni mafiose", il CdM scioglie il Consiglio comunale di Valenzano

La decisione è stata ufficializzata dal Governo, su proposta del ministro dell'Interno. L'amministrazione guidata da Antonio Lomoro era in carica dal 2013

Il Municipio di Valenzano

Il Consiglio Comunale di Valenzano è stato sciolto per sospette infiltrazioni con i clan: la decisione è stata approvata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri su proposta del ministro dell'Interno. Si chiude, dunque, il mandato dell'amministrazione di Antonio Lomoro, durato poco più di 4 anni. Solo un anno fa il caso della festa patronale e della mongolfiera con 'l'omaggio' a un capoclan della zona e le polemiche conseguenti a livello locale e non solo, vicenda sulla quale, però, la Procura non ravvisò implicazioni penali. Sempre nel corso dell'ultimo anno, un'altra vicenda particolare, chiusasi con l'assoluzione del primo cittadino "per non aver commesso il fatto": i magistrati avevano accusato Lomoro di aver indotto la ex vicesindaco a pagare mille euro per correre alle Regionali 2015, circostanza smentita dall'inchiesta.

Ginefra (Pd): "Restituire serenità alla comunità"

Sullo scioglimento del Comune deciso dal Consiglio dei Ministri, è intervenuto il deputato del Pd, Dario Ginefra, con un post su Facebook: "Il CdM - scrive - ha sciolto il Consiglio Comunale di Valenzano per infiltrazioni mafiose. Naturalmente le mie, come quelle di tanti valenzanesi, erano visioni. Ora inizia un lungo cammino per restituire a questa comunità, composta per lo più da persone oneste, la serenità e il buon governo che si merita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sospette infiltrazioni mafiose", il CdM scioglie il Consiglio comunale di Valenzano

BariToday è in caricamento