menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un altro caso di positività covid a Valenzano, il sindaco annulla gli eventi per la festa di San Rocco

Il primo cittadino Giampaolo Romanazzi: "Anche la terza persona è rientrata dall’estero - dice -  insieme ai primi due positivi già tracciati. Si era già messa in isolamento in attesa dell’esito del tampone"

Terzo caso di covonavirus negli ultimi giorni a Valenzano e il Comune annulla le ultime giornate dei festeggiamenti per il patrono San Rocco: a comunicarlo su Facebook è il sindaco Giampaolo Romanazzi.

"Anche la terza persona è rientrata dall’estero - dice -  insieme ai primi due positivi già tracciati. Si era già messa in isolamento in attesa dell’esito del tampone. L’Asl ha provveduto al consueto tracciamento dei contatti e alle ulteriori verifiche previste dalla procedura. È strano comunicare un nuovo contagio proprio nelle giornate dedicate a San Rocco, che nel 1656 protesse Valenzano dall’epidemia di peste. Che sia di buon auspicio per quella che purtroppo sembra prospettarsi come la tanto temuta ripresa dei contagi".

"Siamo preoccupati  - aggiunge Romanazzi - per le possibili conseguenze sanitarie, economiche e di ordine pubblico. Non ultimo mi duole rivedere la caccia all’uomo con cui si cerca disperatamente di conoscere l’identità delle persone contagiate o il tentativo, talvolta maldestro, di esasperare una situazione già delicata di suo. I controlli ci sono, le sanzioni per chi con comportamenti non responsabili mette a repentaglio la sicurezza della comunità pure. Abbiamo intanto disposto la cancellazione degli eventi estivi in programma oggi lunedì 17 agosto e domani martedì 18. È un modo per rimetterci all’erta. Siamo usciti dal lockdown ma non viviamo ancora una situazione di piena normalità. Non dimentichiamolo. Non a caso la nuova ordinanza del Ministro della Salute impone l’uso della mascherina in tutti i luoghi a rischio sovraffollamento dalle 18:00 alle 6:00: piazze, strade, giardini, spazi esterni a bar, ristoranti e pizzerie. Resta sempre valido l’obbligo negli spazi chiusi e laddove è impossibile garantire il distanziamento interpersonale di un metro. Dimostriamo di non meritarci un nuovo lockdown" conclude Romanazzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento