menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Petardi sul bus, vetri distrutti e passeggera aggredita: mezzi Amtab ancora nel mirino dei teppisti

L'episodio ieri sera su un mezzo della linea 11. Dopo aver fatto esplodere un petardo a poca distanza da una passeggera, i vandali si sono scagliati contro la donna e il suo compagno, per poi danneggiare porte e finestrini con un estintore

I vetri delle porte del bus completamente distrutti, una passeggera aggredita, e un conducente colpito alla caviglia da un estintore mentre cercava di bloccare i vandali. Ennesimo episodio di violenza, ieri sera, a bordo di un mezzo dell'Amtab. Ad agire un gruppo di giovani teppisti, poco più che adolescenti.

L'episodio è avvenuto su un bus della linea 11, quella che dal centro conduce a Santa Rita e Loseto. Erano all'incirca le 23, e il bus era fermo in piazza Moro, in attesa di partire. Già prima di salire a bordo, il gruppo avrebbe cominciato a far esplodere petardi, lanciandone alcuni anche all'interno del mezzo. Una volta cominciata la corsa, hanno continuato a disturbare, fino a lanciare un petardo a poca distanza da una donna, una giovane extracomunitaria, salita a bordo poco prima insieme ad un ragazzo. Le proteste dei due giovani hanno innescato la reazione violenta del 'branco', che si è scagliato contro la coppia. L'autista, fermato il mezzo all'altezza del semaforo del sottopasso di via Quintino Sella, ha cercato di sedare la colluttazione tra il gruppo e gli altri due passeggeri. In suo aiuto è arrivato anche un collega, che era alla guida di un bus della linea 11/, partito subito dopo dal capolinea di piazza Moro. Ma la situazione era ormai degenerata: il giovane extracomunitario avrebbe tentato una reazione afferrando una bottiglia in vetro e minacciando i teppisti, che a quel punto hanno reagito staccando un estintore e mandando in frantumi i vetri delle porte e alcuni finestrini. Subito dopo, saliti a bordo dell'altro bus, hanno intimato all'autista di riprendere la corsa. Così il conducente dell'altro mezzo, per evitare conseguenze ancora peggiori, si è rimesso in marcia (il gruppo è poi sceso poche fermate dopo) mentre l'autista e la donna aggredita hanno atteso l'arrivo del 118 - la passeggera è stata medicata sul posto - della polizia.

In base alle testimonianze raccolte e alla denuncia presentata in Questura, spetterà ora agli agenti delle Volanti, coordinati dal dirigente Maurizio Galeazzi,  ricostruire con esattezza l'accaduto e cercare di identificare i responsabili. Resta, intanto, l'amarezza dei dipendenti Amtab per l'ennesimo episodio che testimonia le condizioni di insicurezza nelle quali sono costretti ad operare. "E' l'ennesima conferma di ciò che denunciamo da tempo - commenta Leonardo Laserra, rappresentante dei lavoratori Amtab per la sicurezza - ma senza avere risposte né dall'azienda, né dalle istituzioni. Ci attaccano per la questione dell'assenteismo, ma nessuno si preoccupa delle condizioni in cui lavoriamo. Non vogliamo assolutamente difendere i furbetti. Ma gli autisti, quelli che lavorano sul serio, sono stanchi di questa situazione. Fanno finta che il problema della sicurezza non esista. Arriverà il momento in cui diremo basta, e ci rifiuteremo davvero di uscire con mezzi inadeguati, che ci costringono a svolgere il servizio in condizioni inadeguate, sia per noi che per gli utenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento