Cronaca Libertà / Corso Italia, 65

Velostazione Corso Italia, si avvicina l'apertura: "Bari sempre più a due ruote"

Ultimi dettagli prima dell'inaugurazione prevista nei prossimi giorni: la struttura, realizzata da Fal e Regione Puglia è la prima nel Sud e permetterà di parcheggiare la propria bici in un ambiente sicuro e videosorvegliato

Qualche altro giorno di attesa e poi Bari avrà la sua velostazione, la prima del genere nel Sud Italia: fervono gli ultimi preparativi in Corso Italia per completare i dettagli della struttura destinata a 'stallo' coperto per le biciclette, realizzata da Ferrovie Appulo Lucane e Regione Puglia con fondi del programma europeo Grecia-Italia e altri destinati all'intermodalità adriatica.

I lavori sono durati circa un anno e hanno permesso il recupero di tre ambienti lungo l'isolato ferroviario del corso situato nel quartiere Murattiano: all'interno troveranno posto fino a 100 bici, allocate su una struttura a due livelli. Gli interni e gli esterni della velostazione saranno sorvegliati dalle telecamere e i pendolari in arrivo o in partenza potranno posteggiare la propria bicicletta utilizzando una card a pagamento. Nei locali è stata ricavata anche una ciclofficina per la riparazione delle bici, in modo da fornire un servizio completo per coloro che preferiscono una mobilità più ecologica e comoda, lasciando totalmente l'auto a casa.

"Da amante della bicicletta - spiega l'assessore comunale all'Ambiente, Pietro Petruzzelli -, ovvero il mezzo di trasporto che utilizzo maggiormente, non posso che essere contento. E' la prima struttura di questo tipo nel Meridione e sarà un sostegno in primis per i tanti pendolari dell'Area Metropolitana. Spero che possa essere utilizzato anche da tanti cittadini baresi. Abbiamo predisposto l'area della velostazione con alcune rastrelliere pubbliche proprio per incentivare l'utilizzo della bici da parte di studenti, lavoratori e cittadini che si recano in centro. Potranno parcheggiare in tutta sicurezza. Sarà una struttura importante per la città".

La nuova velostazione si inserisce in un discorso più ampio per incentivare i baresi a pedalare: "Stiamo proseguendo - prosegue Petruzzelli - con il montaggio delle rastrelliere in altre parti della città, circa 700 per 1400 posti disponibili, distribuiti tra tutti i quartieri, dando priorità proprio a Corso Italia e all'Università. Il nostro obiettivo è trasformare Bari in una città modello per la mobilità ciclabile".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Velostazione Corso Italia, si avvicina l'apertura: "Bari sempre più a due ruote"

BariToday è in caricamento