"Venti liberi", a Bari la festa per il ventennale di Libera Puglia

Cinque giorni di eventi, dal 23 al 27 gennaio, per celebrare i venti anni di attività dell'associazione che lotta contro le mafie

L'associazione antimafie 'Libera' compie vent'anni e festeggia l'anniversario a Bari, con una manifestazione della durata di cinque giorni, dal 23 al 27 gennaio. Il programma delle iniziative di "Venti Liberi" è stato presentato questa mattina a Bari.

"Vogliamo aprire l'anno con l'anniversario del ventennale di Libera - ha esordito il referente regionale dell'associazione, Alessandro Cobianchi - Siamo convinti che se vogliamo fare una riflessione sul nostro passato, questa  sia necessaria quando abbiamo modo di programmare il futuro. Libera nasce all'indomani di un periodo tremendo della storia d'Italia, in un contesto in cui l’associazionismo antimafia di fatto non esisteva, come non vi erano ancora strumenti indispensabili nel contrasto “sociale” alla criminalità organizzata quale ,ad esempio, la legge sul riutilizzo dei beni confiscati. Oggi però l'associazionismo ha bisogno di rispondere concretamente all'esigenza di un cambiamento, ha bisogno esso stesso di rinnovarsi".

IL PROGRAMMA

In programma documentari, spettacoli teatrali e musicali ma anche interviste a protagonisti dell’impegno e della lotta alle organizzazioni criminali. Tra coloro che hanno accolto l'invito dell'associazione a partecipare, realizzando anche un video spot per promuovere l'evento, anche il colonnello Vitantonio Laricchia e lo chef  pugliese Pierangelo  Proscia, emigrato in Scozia. Fra gli ospiti anche la presidente della Commissione Antimafia Rosy Bindi, il vice ministro dell'Interno Bubbico, ma anche testimoni della nostra terra, come i familiari delle vittime innocenti di mafia, il presidente della sezione delle misure di sorveglianza, Francesca La Malfa, Maurizio Carbone e Titti Potito dell’Anm e tanti altri ancora. Infine tanti rappresentanti del mondo del lavoro: la LegaCoop, Unioncamere e i sindacati oltre alle tante associazioni. Con una finestra aperta in particolare al mondo dell’informazione, fondamentale nei processi di costruzione di comunità. Il programma si inaugura con lo spettacolo di burattini dedicato a Gaetano Marchitelli, giovanissima vittima innocente di mafia, come Michele Fazio. Ad aprire ogni giornata sarà una rassegna stampa mattutina, svolta all'interno delle gelaterie Gasperini, bar confiscato in primo grado.

"Quest’anno Libera compie 20 anni - ha commentato il sindaco Antonio Decaro - io sono orgoglioso che parta proprio da Bari una celebrazione che non si limiterà a dire quanto siamo bravi o a guardare ai successi del passato. Dal 23 al 27 gennaio prossimi, insieme al coordinamento regionale di Libera, abbiamo organizzato una serie di iniziative di sensibilizzazione per fare il punto sulle azioni dell'antimafia sociale e per riflettere sulle sfide che ci attendono. Parleremo di beni confiscati, dell’importanza della memoria, della lotta al racket e all’usura, del ruolo della scuola e dello sport, del gioco d’azzardo e delle mafie straniere, perché siamo convinti che servirà sempre continuare a parlarne, che ci siano mille, cento o dieci persone ad ascoltarci. L’antimafia sociale e la lotta non repressiva alla criminalità organizzata sono le armi che questa Amministrazione ha a disposizione per combattere le mafie e le organizzazioni criminali. Certo, ci sono tanti modi per realizzare le politiche sulla sicurezza, attraverso la progettazione di un’opera pubblica, di una fermata dell’autobus in un punto piuttosto che in un altro, oppure attraverso il sistema del welfare con il recupero di persone a rischio devianza o tramite il lavoro dell’assessorato allo Sviluppo economico con un controllo attento delle concessioni delle licenze commerciali. Ma la prima cosa da fare è costituire una rete perché questo è un tema sul quale è necessario essere uniti e dare un risposta collettiva. La città, come sto ripetendo da mesi, deve avere uno scatto d’orgoglio, deve reagire".

**Crediti formativi:

Gli studenti iscritti ai corsi di laurea di Scienze Politiche e Giurisprudenza della Università di Bari ''Aldo Moro'' avranno la possibilità di acquisire creditivi formativi per la partecipazione al seminario ''Lavoro, legalità e tutela di genere'' con i docenti E' inoltre prevista l'assegnazione di crediti formativi ad ogni evento tecnico-giuridico per i professionisti iscritti all'ordine degli avvocati di Bari

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GLI AGGIORNAMENTI SULLA PAGINA FACEBOOK

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Chiude dopo più di 20 anni il Disney Store di via Sparano a Bari: a rischio 13 lavoratori, proclamato sciopero

  • Regionali Puglia 2020, seggi aperti: corsa a otto per la presidenza

  • Positiva al covid rompe la quarantena ed esce a fare la spesa: denunciata una donna nel Barese

  • Operatrice positiva al Covid, chiude asilo nido a Bari

  • A Bari vecchia 38 positivi al Covid e Decaro mette in guardia i residenti: "A breve confronto con i gestori dei locali"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento