Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca Murat / Via Argiro

Restyling via Argiro, a marzo via al "concorso" sull’arredo

Le aziende interessate potranno partecipare allestendo un isolato della strada. Ferorelli: "Non vogliamo aspettare senza far nulla in attesa che il Comune sblocchi la questione dell'asfalto"

Come sarebbe via Argiro se fosse una strada pedonale. Almeno dal punto di vista dell’arredo. Partirà a marzo l’iniziativa lanciata dalla IX circoscrizione per animare un confronto pubblico sul futuro della strada chiusa al traffico nel dicembre del 2011. L’idea è venuta al presidente Mario Ferorelli che, in collaborazione con  l’associazione Borgo Murattiano, ha voluto lanciare un concorso di idee aperto a tutte le aziende che desiderano proporsi per un progetto di arredo urbano della strada. "Si tratta di una sorta di simulazione, arrediamo un isolato della strada per riflettere su come potrebbe diventare – spiega Ferorelli -. Il Comune di Bari non riesce a sbloccare la questione dell’asfalto, ma noi non vogliamo rimanere con le mani in mano e abbiamo deciso di lanciare questa iniziativa anche sulla base delle forti sollecitazioni che raccogliamo ogni giorno dai baresi".

La Soprintendenza ha bocciato il progetto del Comune per ciò che concerne la posa del nuovo asfalto. Occorrerà intervenire, ma il tempo corre e i cittadini sono stufi di aspettare. "Per questo abbiamo deciso di attivarci – continua Ferorelli - . Ciascuno si assuma le proprie responsabilità, noi non vediamo l’ora di arredare la strada ma senza l’ok della Soprintendenza sul nuovo asfalto non possiamo fare nulla".

La simulazione partirà a marzo. Una ditta individuata dalla circoscrizione allestirà un corner della strada con panchine, fioriere e un totem per la cartellonistica pubblicitaria. "Ci sarà anche la possibilità di osservare come  si trasformerebbe la strada attraverso quel tipo di arredo sia mediante un plastico 3D che attraverso un video", spiega Ferorelli. "La dotazione finanziaria è di 40mila euro e pertanto non faremo gara, ma vogliamo che siano tante le aziende desiderose di partecipare, in modo da scegliere  il progetto più convincente".

Il presidente della IX circoscrizione ritorna sul caso via Sparano. La scorsa settimana la giunta Emiliano ha ripresentato il progetto di restyling della strada, che finanzierà  con il contributo del Ministero delle Infrastrutture  per un importo vicino ai 4 milioni di euro. "Si tratta di una promessa, l’ennesima, che Emiliano tradirà – conclude Ferorelli -. Anziché fare progetti faraonici, basterebbe eliminare i marciapiedi, posare un nuovo asfalto e rifare l’illuminazione; con i soldi avanzanti si potrebbe intervenire anche nelle traverse tracciando un vero perimetro pedonale del Murat".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restyling via Argiro, a marzo via al "concorso" sull’arredo

BariToday è in caricamento