Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Via Argiro, ennesimo rinvio: 60 giorni per chiudere un terzo del primo isolato

Entro mercoledì sarà inviata la documentazione richiesta dalla Soprintendenza. L'assessore Galasso: "Riprenderemo i lavori dopo l'autorizzazione. Ci fermeremo prima di Natale per venire incontro ai commercianti". Intanto la settimana prossima verrà consegnata la progettazione degli arredi. La strada fu chiusa nel dicembre del 2011

I cartelli apposti questa mattina sula recinzione del cantiere

Non c’è pace per via Argiro. Dovrà mettersi l’anima in pace chi pensava che la seconda dorsale dello shopping barese sarebbe stata completata prima di Natale. Infatti, a quasi tre anni dalla chiusura al traffico della strada, i tempi che si profilano per la chiusura del cantiere nel primo isolato (quello che parte da corso Vittorio Emanuele II, ndr) sono ancora lunghi.

A confermarlo è l’esito della riunione tecnica a cui ieri hanno preso parte tecnici comunali, referenti dell’Amgas e l’assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso. Entro mercoledì prossimo il Comune sarà in grado di inviare alla Soprintendenza una foto aerea che permetterà di comprendere in che modo sono state sistemate le basole sottostanti. Subito dopo la Soprintendenza farà le sue valutazioni e, rilasciata l’autorizzazione, metterà gli operai Amgas nelle condizioni di far riprendere i lavori sulla parte del cantiere ancora oggi recintato, all’incirca circa 1/3 del primo isolato di via Argiro. “La durata di questo intervento - fa sapere Galasso - è stata stimata in 40 giorni lavorativi effettivi, due mesi comprensivi di giorni festivi o piovosi”. Insomma solo quella parte di strada sarà completata per fine novembre.

Dopodiché i lavori verranno interrotti per permettere ai commercianti di affrontare le festività natalizie senza fare i conti con recinzioni, ruspe e betoniere.  Dopo dicembre sarà programmata una data per completare i lavori sulla restate parte dell’isolato. Intanto la settimana prossima verrà consegnata anche la progettazione degli arredi di panchine e fioriere previsti su tutta la strada. I soldi furono messi a disposizione dalla IX circoscrizione, a suo tempo presieduta da Mario Ferorelli. Gli arredi saranno impiantati prima delle festività natalizie su tutti gli isolati non interessati ai lavori di restyling. Non rimane che attendere augurandosi che non si vada di scadenza in scadenza. Per mettere a nuovo un isolato furono richiesti 80 giorni, ma ora ne occorrono altri 60. DI strade pedonali la città ne ha bisogno, a patto che per ognuna non servano tre anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Argiro, ennesimo rinvio: 60 giorni per chiudere un terzo del primo isolato

BariToday è in caricamento