Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca Murat / Via Argiro

Via Argiro, rinvio per panchine e fioriere. Ferorelli: "Non mi hanno permesso di inaugurare l’opera"

L'ex presidente della IX circoscrizione: "Ci sono sia i soldi che il progetto, ma ragioni di battaglia politica hanno rallentato tutto"

I lavori per il nuovo asfalto qualche settimana fa in via Argir

Annunci su annunci. Previsioni su previsioni. Carte su carte. Ma alla fine per gli arredi su via Argiro tutto è rinviato a dopo le elezioni. A spiegare il perché è il presidente uscente della circoscrizione San Nicola-Murat, Mario Ferorelli: “Non me lo hanno permesso per ragioni di mera battaglia politica”.

Il primo inquilino di via Garruba si è fatto carico di garantire gli arredi sulla seconda dorsale dello shopping barese sin dal 2012, ma di fatto nulla si è mai concretizzato. “Come circoscrizione ci siamo impegnati a redigere il progetto, a farlo validare dalla Soprintendenza, a stornare una quota di nostri soldi pur di impiantare le panchine e le fioriere, insomma c’è tutto tranne la volontà politica della giunta Emiliano a procedere con l’installazione”.

La strada è stata resa pedonale  nel dicembre del 2011. Da lì un susseguirsi di rinvii tecnici hanno preceduto  la posa del nuovo asfalto che si è concretizzata solo dopo i lavori di rifacimento della condotta del gas, iniziati a novembre dello scorso anno e conclusi ad aprile, quindi due anni dopo la chiusura al traffico della strada.

Rassegne, eventi e mostre fotografiche hanno dimostrato come Bari avesse un grande bisogno di strade pedonali e il riscontro popolare non è certo mancato. Ora l’asfalto nuovo c’è, tranne nell’isolato che separa corso Vittorio Emanuele con Via Piccinni, dove sarà utilizzata una parte delle basole sottostanti all’attuale manto stradale. Ma per panchine e fioriere è tutto rimandato: “E’ bene che i cittadini sappiano che, come per piazza Massari, questa amministrazione ha scelto che per gli arredi su via Argiro non si dovesse procedere spediti per mere ragioni politiche”.  

“Annuncio che come IX circoscrizione abbiamo creato le condizioni affinché chi governerà il I Municipio possa beneficiare di 90mila euro, dotazione finanziaria annuale attribuita alle circoscrizioni e  che noi abbiamo rifinanziato”, conclude Ferorelli. “Un gesto di collaborazione, che in altri frangenti è mancato del tutto”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Argiro, rinvio per panchine e fioriere. Ferorelli: "Non mi hanno permesso di inaugurare l’opera"

BariToday è in caricamento