Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Libertà / Via Ammiraglio Caracciolo

Lite in condominio finisce a coltellate: 43enne in ospedale, un arresto

L'episodio in via Caracciolo, in un edificio abitato da immigrati. In manette è finito un 19enne albanese, accusato di aver aggredito e ferito un cittadino nigeriano di 43 anni

Il coltello usato per l'aggressione e sequestrato

Prima il litigio, scaturito per futili motivi. Poi la reazione violenta e l'aggressione con un coltello da cucina. In manette, con l'accusa di tentato omicidio, è finito un cittadino albanese di 19 anni, arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Bari. Vittima dell'aggressione, un cittadino nigeriano di 43 anni, ricoverato in prognosi riservata presso l'ospedale San Paolo.

L'episodio è avvenuto in via Caracciolo, all’interno di un edificio occupato principalmente da immigrati dell’est Europa. Nel corso di un banale litigio, il 19enne ha impugnato un coltello da cucina, colpendo al petto, all’addome e al volto il 43enne.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri, allertati da una segnalazione al 112, che hanno bloccato l’albanese ancora con il coltello tra le mani. Il 43enne è stato poi soccorso da un'ambulanza del 118 e ricoverato in prognosi riservata presso l’ospedale San Paolo, dove è stato sottoposto ad una operazione di asportazione di un frammento dell’arma.

Il 19enne è stato arrestato e su disposizione della Procura della Repubblica di Bari rinchiuso in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite in condominio finisce a coltellate: 43enne in ospedale, un arresto

BariToday è in caricamento