menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via De Giosa, ancora allagamenti. Paparella: "Basta, ora dobbiamo venirne a capo"

A settembre fu annunciata la pulizia dei canali di scolo, ma a distanza di qualche mese nulla è cambiato nonostante siano stati rifatti i marciapiedi

I marciapiedi sono stati completati a settembre dello scorso anno. Avrebbero dovuto rappresentare non solo un elemento di riqualificazione della strada, ma anche un modo per risolvere l’annosa questione degli allagamenti che si determinano non appena un po’ di pioggia inizia a cadere sulla città. Su via Nicola De Giosa non c’è pace. L’acqua caduta in queste ultime 36 ore ha reso impraticabile la strada soprattutto per i pedoni, costretti a strane gimcane pur di attraversare. Senza contare che le auto in movimento, spesso a velocità ben al di sopra dei limiti, elevano colonne d’acqua verso il marciapiede con buona pace dei passanti che cercano di ripararsi come possono. Le vetrine dei diversi negozi sono piene di schizzi. "Siamo a due passi da corso Cavour - spiega un esercente della strada - ma quando piove siamo costretti a chiudere la porta o pulire la vetrina un paio di volte al giorno, serve più manutenzione".

Ad ottobre il presidente del I Municipio, Micaela Paparella, annunciò un intervento dell’Acquedotto Pugliese sui canali di scolo sia di via Nicola De Giosa che delle strade limitrofe, probabilmente ostruiti e con scarsa capacità di far convogliare l’acqua piovana con una certa velocità. “Ho allertato sia i tecnici comunali che quelli dell’Acquedotto Pugliese chiedendo spiegazioni oltre che un intervento risolutore”, afferma la Paparella. “Dobbiamo venire a capo del problema, soprattutto nella parte della strada che confina con via Celentano dove l’acqua arriva a coprire il marciapiede”. Quanto tempo servirà?

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento