menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sorpresi a forzare l'ingresso di un'abitazione, topi d'appartamento in manette

In due bloccati dai carabinieri dopo essersi introdotti in un condominio di via Dodaro: armati di arnesi da scasso, stavano cercando di forzare la porta di ingresso di un'abitazione

Si aggiravano per le strade del quartiere Carrassi, alla ricerca di una palazzina nella quale introdursi, spingendo di volta in volta i portoni di ingresso, per verificare se fossero aperti. I carabinieri della Compagnia Bari San Paolo, nell’ambito di un servizio di controllo in abiti borghesi, li hanno intercettati in via Montegrappa e li hanno pedinati nel loro tragitto.

Dopo aver percorso via Scipione l’Africano e via De Gemmis, i due si sono intrufolati in un condominio di via Dodaro, dopo averne scardinato il portone. A questo punto i militari, senza perdere altro tempo e per scongiurare l’incontro dei due con qualche condomino, hanno deciso d’intervenire, facendo irruzione nello stabile.

In effetti i due erano già saliti al primo piano, dove, utilizzando uno scalpello e degli arnesi artigianali, stavano tentando di aprire la porta d’ingresso di un appartamento. Uno dei due, pur di guadagnare la fuga, non ha esitato a spintonare un militare, ma si è dovuto arrendere quando, dopo aver sceso alcuni scalini, si è trovato dinanzi altri due carabinieri, che lo hanno definitivamente bloccato. Identificati e perquisiti, i due topi d'appartamento, due cittadini georgiani di 31 e 32 anni, sono stati trovati in possesso, all’interno dei rispettivi giubbotti, di uno scalpello ed alcuni arnesi artigianali simili a delle chiavi.

Scattato l’arresto per tentato furto in abitazione, in concorso, la Procura della Repubblica di Bari ha disposto per loro il trasferimento in carcere. Gli attrezzi sono stati sequestrati.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento