rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Murat / Via Sparano da Bari

Restyling via Sparano, sì al progetto: sei 'salotti' per ridisegnare la strada dello shopping

Nuove fiorere e panchine in pietra, e sei 'aree tematiche' nel progetto di riqualificazione approvato oggi dalla giunta. I lavori, dell'importo complessivo di quattro milioni e 607mila euro, dovrebbero partire a novembre

Fioriere in pietra, panchine e sei 'salotti' per ridisegnare il volto di via Sparano. Dopo l'ok della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici, la giunta comunale ha approvato oggi il progetto per il restyling del primo corso pedonale della città, redatto da un gruppo di professionisti capeggiati dall’architetto Guendalina Salimei.

I lavori, dell'importo complessivo di quattro milioni e 607mila euro, saranno finanziati con i fondi del "Piano città" e dovrebbero partire a novembre prossimo.

Elemento caratterizzante della nuova via Sparano sarà la presenza di sei "salotti", ovvero sei aree tematiche, ciascuna contraddistinta da un elemento peculiare. In particolare, partendo da piazza Moro (sul primo isolato che si frappone con piazza Umberto), si inizierà dal salotto della musica, dedicato ad uno storico negozio di strumenti musicali, cui seguirà quello letterario in corrispondenza dell’isolato della gloriosa casa editrice Laterza. Proseguendo si giungerà, nei pressi del palazzo Mincuzzi, al salotto liberty, seguito da quello del culto in corrispondenza della chiesa di San Ferdinando. Ci saranno il salotto della moda, ad angolo con via Piccinni e infine, in prossimità del centro storico, il salotto Bari Vecchia, una sorta di porta di ingresso al centro storico.

La nuova via Sparano: il progetto

Novità sono previste anche per gli arredi e il verde. Lungo la via centrale, in corrispondenza delle intersezioni con tutte le strade adiacenti, verranno realizzate nuove fioriere rivestite in pietra, in cui verranno piantati nuovi alberi. Inoltre sull'intera strada sarà realizzate un numero maggiore di panchine rispetto a quelle attualmente esistenti. Prevista inoltre la rimozione delle palme, "per garantire la piena visuale dell'asse viario", che il Comune, d’intesa con la Soprintendenza, collocherà in un altro sito.

I lavori toccheranno in parte anche piazza Umberto, in cui verrà recuperata la vecchia pavimentazione in basole, che verrà lasciata a vista nella zona centrale di attraversamento. Per le restanti aree della piazza, non inserite nei lavori di restyling di via Sparano, il Comune assicura "uno specifico progetto di riqualificazione con gli obiettivi di conservare il prezioso patrimonio botanico esistente e di realizzare interventi solo sulla pavimentazione dei percorsi e sull’arredo urbano, coerentemente con gli impegni assunti dagli assessori Tedesco e Galasso con le associazioni e i comitati di quartiere". Proprio nei giorni scorsi, tra l'altro, le associazioni sono tornate a farsi sentire, lamentando l'immobilismo dell'amministrazione nella riqualificazione di piazza Umberto.

"Oggi - ha commentato l'assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Galasso - abbiamo compiuto un ulteriore passo avanti in vista della realizzazione di un progetto atteso da anni dai residenti e dai commercianti della zona. Ora non ci resta che attendere i tempi tecnici per l’invio del progetto esecutivo da parte dei progettisti per poi appaltare i lavori, già inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche, che restituiranno a via Sparano il ruolo di cuore pulsante del commercio barese. Durante i lavori avvieremo forme di cantiere partecipato che ci premetteranno di consultare periodicamente i cittadini e decidere con loro modalità e tempistiche".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Restyling via Sparano, sì al progetto: sei 'salotti' per ridisegnare la strada dello shopping

BariToday è in caricamento