Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Murat / Via Sparano da Bari

Via Sparano, 'girandola' di incontri in Comune. Decaro: "Restyling indispensabile"

Doppio confronto per il primo cittadino con i comitati del no e del sì alla ristrutturazione della strada: "Il progetto vincitore - ha ribadito il sindaco - è enormemente migliorativo rispetto alla situazione attuale"

"La fase di partecipazione c'è già stata ma l'abbiamo in qualche modo riaperta con la Giunta territoriale sul tema che intendiamo organizzare al più presto. Non possiamo, però,  perdere i fondi per il restyling". Il sindaco di Bari, Antonio Decaro, ha espresso l'auspicio a proseguire sulla strada del progetto esecutivo di recupero di via Sparano, il cui termine per la presentazione delle domande di partecipazione è previsto per il 7 luglio. Stamane il primo cittadino ha avuto una 'girandola' di incontro con le due 'fazioni' contro e pro ristrutturazione: Decaro ha dapprima ospitato per circa un ora i rappresentanti del comitato 'Salviamo via Sparano', i quali si sono visti bocciare dal Comune, nei giorni scorsi, una petizione di alcune migliaia di firme, non accettata, secondo l'Amministrazione cittadina, per "errori nelle procedure".

Il Comitato, nel corso del lungo incontro durato circa un'ora, ha confermato di andare avanti "fino a quando - affermano - non vedremo accolte, se non tutte, almeno in parte le nostre richieste". In particolare i promotori del no a questo restyling chiedono "all'Amministrazione di adottare una metodologia di ascolto e non di accettazione a priori. Dobbiamo - afferma Cristian Laricchia - accelerare i tempi per una data certa per la Giunta territoriale, il prima possibile". Nel tardo pomeriggio, inoltre, vi sarà la 'Candelata' per la via dello shopping, una specie di 'corteo funebre' con i lumini che terminerà all'ingresso di Palazzo di Città. Decaro, affiancato nell'incontro dagli assessori Galasso e Tedesco, ha invece ribadito la sua linea: "La scadenza per la presentazione dei progetti è prevista per il 7. L'aggiudicazione non avverrà prima dell'autunno e verranno valutate migliorie. Già adesso sono state apportate alcune lievi modifiche, ad esempio su sedute, spalliere e fioriere. Cementificheremo la strada? La realtà sarà diversa. Rispetto all'asfalto di oggi vi sarà pietra vulcanica lungo tutta la strada e in corrispondenza dei salotti sarà apposta una tessitura di silicio e polvere di pietra. Sui gazebo dovrà essere rispettato il regolamento della Soprintendenza. Il progetto vincitore è enormemente migliorativo rispetto a questa strada rimasta ancora al '73, con marciapiedi brutti e l'illuminazione della Tangenziale. Ognuno di noi ha un proprio giudizio: una riqualificazione stradale è come un'opera d'arte. Se l'avessi fatto io, da ingegnere, l'avrei forse progettato peggio".

Dopo il primo 'round' il primo cittadino ha incontrato il Comitato di Liberazione delle Palme, favorevole al restyling: un confronto a quanto pare positivo, in particolare su alcuni punti richiesti dagli attivisti, riguardanti rassicurazioni sul cantiere 'evento', ovvero appuntamenti e iniziative per favorire la partecipazione dei cittadini durante i lavori, consentendo ai commercianti di 'ammortizzare' eventuali disagi legati alla chiusura della strada. Intanto, sul fronte Consiglio comunale, quattro consiglieri di opposizione hanno contestato in commissione Trasparenza la nota del sindaco con  cui si dichiarava inammissibile la petizione del comitato 'Salviamo via Sparano', chiedendo un'audizione immediata del primo cittadino. I consiglieri Mangano (M5S), Melchiorre (Fratelli d'Italia), Finocchio (Conservatori e Riformisti) e Carrieri (Impegno Civile), hanno preannunciato "di fare propria la petizione con un ordine del giorno che verrà presentato alla presidenza del consiglio comunale e in assemblea nella seduta del 7 luglio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Sparano, 'girandola' di incontri in Comune. Decaro: "Restyling indispensabile"

BariToday è in caricamento