Buste di rifiuti, bottiglie e carcasse di vecchi elettrodomestici: l'area di sosta lungo viale Tatarella è una discarica

Lo spazio lungo la strada, percorsa ogni giorno da tantissimi automobilisti, trasformato in ricettacolo di rifiuti di ogni genere. La denuncia di Sos Città: "Necessaria una fototrappola per individuare i colpevoli"

Una strada altamente frequentata, percorsa ogni giorno da numerosi automobilisti che la utilizzano per raggiungere il quartiere Libertà, lungo la quale una delle aree di sosta è stata trasformata in una vera e propria discarica abusiva a cielo aperto. La segnalazione arriva da viale Tatarella: a denunciare la situazione è l'associazione Sos Città, che ha raccolto le richieste di intervento sollecitate da alcuni cittadini. Nella piazzola si trovano rifiuti di ogni genere, da buste di plastica a bottiglie in vetro, fino alle carcasse di vecchi elettrodomestici, abbandonate nelle aree incolte immediatamente adiacenti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 È paradossale che nessuno dei nostri amministratori o in generale nessuno degli addetti ai lavori si sia mai accorto di una simile discarica", denunciano Danilo Cancellaro e Dino Tartarino, rappresentanti dell'associazione. "Qui nessuno sembra veder nulla eppure c'è una vasta scelta di rifiuti: da bottiglie di vetro e in plastica a vecchi televisori, da frigoriferi a materiali di risulta, ma soprattutto e addirittura da resti di carburante e olio a bombole contenente gas, compresi ahinoi escrementi umani! Una situazione che non fa che inquinare ogni giorno la strada e la nostra città! Inoltre siamo in un'area di sosta che dovrebbe essere destinata alle emergenze stradali, ma che al contrario è pericolosa e tossica". "Data dunque la pericolosità e la gravità del problema chiediamo all'Amiu di intervenire tempestivamente per la totale pulizia dell'area e all'assessore Petruzzelli di prevedere l'installazione di una fototrappola proprio in quel punto al fine di individuare e sanzionare i colpevoli", concludono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Piccioni su balconi e grondaie: i sistemi per allontanarli da casa

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento