menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sovrappasso di viale Traiano, svolta vicina? Il Comune: "Cantiere consegnato a settembre"

Sembrerebbe più vicino l'avvio degli interventi per l'attesa riqualificazione del ponte che collega Japigia e Madonnella. I lavori dovrebbero durare dai 4 ai 6 mesi

Un'attesa durata troppo a lungo, forse vicina al termine. La tragedia del ponte Morandi di Genova, con le dovute proporzioni, a più d'uno ha fatto venire in mente di rilanciare gli appelli per la ricostruzione del sovrappasso pedonale ferroviario di viale Traiano, i cui lavori sono stati annunciati più volte negli ultimi 3-4 anni. bel 2014, infatti il rifacimento venne finanziato con 350mila euro. Da allora un'infinita trafila burocratica, non ancora conclusa. Una struttura fatiscente, puntellata per evitare crolli, frequentata da alcune centinaia di persone al giorno, di più nel periodo estivo per 'tagliare' il percorso da Japigia alla spiaggia di Pane e Pomodoro. La base è protetta da transenne anche per evitare contatti con autobus e vetture di passaggio.

Lavori anche nelle ore notturne

Nelle prossime settimane, spiega il Comune, dovrebbe esserci una svolta: "A settembre - spiega a BariToday l'assessore cittadino ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso - potrebbe esserci la consegna del cantiere. Si tratta di lavori da eseguire principalmente sull'area ferroviaria, eseguito da ditte specializzate nel settore. L'azienda vincitrice ha dovuto preparare con meticolosità il programma degli interventi, anche attraverso una convenzione con le Ferrovie, in modo da ridurre il periodo di disagio del sovrappasso. L'esigenza principale, infatti, era quella di coordinare gli interventi con i convogli diretti verso il Sud della Puglia e viceversa. Per questa ragione, si lavorerà anche nelle ore notturne. Le opere si prevede possano essere completate entro 4-6 mesi.

Nessuna chiusura nelle prime fasi del cantiere

Le prime battute della consegna del cantiere non vedranno la chiusura del ponte: "Inizialmente - aggiunge Galasso - verrà avviata la produzione materiale del sovrappasso, quindi si procederà con la demolizione del vecchio. Il sovrappasso sarà inizialmente ancora accessibile. Il ponte in acciaio sarà montato in una notte ma poi ci vorrà altro tempo per completare rampe e scale. Una volta avvenuta la consegna del cantiere avremo tempistiche più certe". l'obiettivo, nella prima fase, sarà dunque quello di limitare i disagi dei pendolari che potrebbero utilizzare il sottopasso marconi o l'altro di Parco Sud. L'auspicio è quello di vedere davvero completata l'opera, per la prossima primavera. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento