Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Pubblica su Facebook il video con i datteri di mare: identificato dalla Guardia costiera, 46enne barese denunciato

Le immagini che lo riprendevano mentre degustava alcuni esemplari non sono sfuggite agli ispettori pesca della Guardia costiera: dopo le opportune verifiche sulla veridicità del video e sull'identità del soggetto, è scattata la denuncia

Identificato attraverso un video pubblicato sui social e denunciato per il reato di "consumo di datteri di mare". Le immagini, pubblicate su Fb, hanno così 'incastrato' un 46enne barese, con precedenti violazioni in materia di pesca.

Il video, in cui l'uomo mostrava i datteri degustandone alcuni, non è passato inosservato agli ispettori pesca della Guardia costiera di Bari, i quali,  dopo aver verificato l’identità del soggetto nonché la veridicità del video, hanno proceduto alla denuncia alla Procura della Repubblica per la detenzione, ai fini del consumo, di datteri di mare (lithophaga lithophaga) "specie di cui - ricorda la Guardia costiera in una nota - è vietata la pesca, detenzione, trasbordo, sbarco, trasporto e commercializzazione in qualunque stadio di crescita, in violazione della normativa vigente". Per tale reato la legge prevede l'arresto da due mesi a due anni ovvero l'ammenda da duemila euro a 12mila euro.

"L'attività che la Guardia di costiera porta avanti a tutela dell'ecosistema, della flora e fauna marina - viene ricordato - è finalizzata a evitare ulteriore distruzioni e devastazioni delle coste con l'attività di estrazione illegale del mollusco bivalve. Il danno ambientale alla costa derivato dalla pesca dei datteri è norme e si ripercuote non soltanto sul delicato ecosistema marino, ma anche sulla bellezza di nostre coste e fondali".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pubblica su Facebook il video con i datteri di mare: identificato dalla Guardia costiera, 46enne barese denunciato

BariToday è in caricamento