Petardo lanciato contro disabile ad Acquaviva, le scuse del vigile: "Gesto deprecabile"

"Sono fortemente mortificato per quanto è successo e vorrei poter fare qualcosa per rimediarvi" ha scritto l'agente in una lettera

Foto Ansa

Ha espresso le proprie scuse in una lettera al sindaco di Acquaviva delle Fonti, al segretario generale del Comune e al Comandante della Polizia Municipale della cittadina barese il vigile urbano ripreso in un video mentre faceva scoppiare un mortaretto tra i piedi di un disabile del paese da lui conosciuto. L'agente, il quale si è scusato anche con la vittima del gesto, ha formulato le scuse per il "spiacevolissimo episodio". Il vigile afferma di non volersi giustificare ma, allo stesso modo sente "di respingere - si legge - le accuse di chi mi rappresenta come persona insensibile ai problemi dei disabili. Il rapporto che c'era, c'è e spero ci sarà tra me" e il disabile "è stato, ed è, di quotidiana frequentazione e familiarità. Tanti concittadini potrebbero testimoniare che non gli ho mai negato la parola, l'ho sempre ascoltato e sono sempre intervenuto ogni qualvolta era deriso, molestato o maltrattato da altri concittadini.

Il sindaco di Acquaviva: "Provvedimento disciplinare"

Per i vigile, il gesto "irripetibile e deprecabile" commesso "va colto nel contesto di questo rapporto personale tra me e lui. In quel maledetto momento non ho considerato come un disabile psichico ma come una persona che conosco da sempre, fin da quando sono nato. Sono fortemente mortificato per quanto è successo e vorrei poter fare qualcosa per rimediarvi". "Chiedo di venir giudicato per questo gesto - aggiunge - ma anche per quant'altro svolto in sedici anni di servizio. Saprete pure che ho cercato di adempiere al servizio a cui sono stato destinato anche quando non ero al meglio delle mie condizioni di salute".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

  • Calano le occupazioni delle terapie intensive covid in Puglia: migliora anche il trend dei contagi sui tamponi eseguiti

  • Spostamenti ingiustificati fuori Comune, cibi e bevande consumati nei pressi di bar e locali: controlli anticovid e multe nel Barese 

Torna su
BariToday è in caricamento