Cantieri al via per i villini di Palese, protesta dei residenti: "Non cancellare il villaggio neolitico"

Sit-in, questa mattina, dinanzi ai cancelli del terreno di via Vittorio Veneto dove erano stati rinvenuti antichi resti risalenti a oltre 8mila anni fa

Foto Giovanni Attolico

Circa una decina di persone ha protestato in maniera pacifica, questa mattina, dinanzi all'area di via Vittorio Veneto, a Palese, dove sono cominciate le operazioni di realizzazione di alcuni villini, su un terreno che ospira i resti di un villaggio neolitico risalente a oltre 8mila anni fa. Il cantiere è stato contestato da alcune associazioni a difesa dei beni archeologici del territorio, tra cui il Comitato Promotore per l'Arcipelago Neolitico Metropolitano. Sul posto, a vigilare, la Polizia Locale e pattuglie della Polizia di Stato. Attesi anche militari dei Carabinieri Forestali, sembrerebbe per l'abbattimento di alcuni alberi 'secolari' che sarebbe stato contestato da alcuni cittadini. Sabato scorso vi è stata l'ultima protesta per cercare di impedire la realizzazione del complesso edilizio. Da oggi, invece, spazio alle ruspe e agli escavatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Folle inseguimento a 120 km/h per le strade di Carbonara: arrestato pregiudicato 33enne

  • Calano le occupazioni delle terapie intensive covid in Puglia: migliora anche il trend dei contagi sui tamponi eseguiti

  • Spostamenti ingiustificati fuori Comune, cibi e bevande consumati nei pressi di bar e locali: controlli anticovid e multe nel Barese 

Torna su
BariToday è in caricamento