Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Divieti anti-Coronavirus violati, pioggia di denunce a Bari: cittadini beccati a giocare a carte nei circoli, a spasso in 'comitiva' o davanti al bar

Controlli serrati dei carabinieri in tutta la città: numerose le violazioni alle restrizioni imposte dal governo nel decreto per l'emergenza Covid-19

 

Beccati dai carabinieri a spasso in gruppo, o all'interno di circoli privati intenti a giocare a carte. O ancora in giro da soli, ma senza un valido motivo. Qualcuno - come un gruppo di giovanissimi - è stato pizzicato mentre aspettava l'apertura di un bar, altri ancora mentre rientravano o stavano andando a casa di amici. Ancora troppi i cittadini che ignorano le restrizioni imposte dal governo per limitare la diffusione dei contagi da Coronavirus. Come dimostrano le numerose denunce elevate negli ultimi giorni dai carabinieri, impegnati in serrati controlli nella città di Bari, ma anche in provincia e nella Bat. Molteplici le violazioni registrate, punite ai sensi ai sensi dell’articolo 650 del codice penale (“Inosservanza di un provvedimento di un’autorità”).

Per contrastare le violazioni ed indurre i cittadini ad osservare i divieti, i sindaci stanno adottando una serie di provvedimenti specifici: a Mola e Casamassima, ad esempio, da oggi nei controlli saranno impiegati anche droni, mentre a Bari il primo cittadino Decaro ha prima imposto la chiusura dei distributori automatici di bevande e alimenti, e poi disposto un rafforzamento dei controlli da parte della Polizia locale nei circoli ricreativi.


 

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento