menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Vi brucio vive e vi rendo invalide", minaccia e violenta due sorelle: arrestato 35enne

In manette è finito un uomo di origini marocchine, già in carcere per un altro reato. Le vittime avrebbero subito vessazioni da novembre 2017 a marzo di quest'anno

I Carabinieri hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip di Bari Giovanni Abbattista, nei confronti di un 35enne marocchino, accusato di violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia e stalking. L'uomo, già detenuto per un altro reato nel carcere di Lucera, ha subito la misura restrittiva per aver messo in pratica violenza sessuale continuata, atti persecutori e vessazioni di ogni tipo in danno di due sorelle connazionali. 

Le due donne "costrette" a subire atti sessuali

Secondo le indagini della Procura, il 35enne, dopo aver interrotto una breve relazione sentimentale con una delle due donne, avrebbe continuato a perseguitarla con minacce, percosse e molestie generando nella vittima un sentimento di puro terrore al punto da cambiare le proprie abitudini di vita. In alcune occasioni, per gli investigatori, la donna avrebbe anche subito rapporti sessuali contro la sua volontà. Gli stessi atteggiamenti sarebbero stati adottati dall'uomo anche nei confronti della sorella della donna, costretta anche lei a subire atti sessuali. Il 35enne avrebbe minacciato di gettare sulle vittime dell'acido, di renderle invalide e di bruciarle vive. Le angherie sarebbero cominciate da ottobre 2017 e durate fino a marzo scorso. Le donne hanno avuto il coraggio di denunciare tutto a un centro Antiviolenza di Gioa del Colle. Le indagini hanno poi consentito di emettere l'ordinanza ai danni del 35enne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento