Cronaca

Virus Zika, l'osservatorio epidemiologico pugliese: "Attenzione ma nessun allarme"

Costante monitoraggio della malattia trasmessa dalle zanzare 'Aedes' diffusa in America Latina e potenzialmente trasmissibile alle nostre latitudini con i viaggi aerei

Nessun allarme ma attenzione, da parte dell'Osservatorio Epidemiologico della Regione Puglia, sulla diffusione del virus Zika, trasmesso attraverso la puntura di zanzare affette dal genere Aedes. La malattia non è presente nel nostro Paese se non potenzialmente portata da viaggiatori provenienti dai Paesi dell'America centrale e meridionale dove si è diffuso il virus che, tra le varie conseguenze, potrebbe provocare microcefalia nei feti in gravidanza. Le raccomandazioni degli esperti riguardano un utilizzo costante di prodotti repellenti per insetti, indossare abiti chiari che coprano la maggior parte del corpo e dormire in luoghi protetti da zanzariere.

La maggior parte delle infezioni è asintomatica e la malattia si risolve spontaneamente dopo 2-7 giorni mentre il periodo di incubazione va dai 3 ai 12 giorni. Le infezioni sintomatiche sono caratterizzate da febbre lieve, artrite e artralgie, rush maculo-papulare, congiuntivite bilaterale e sintoni generali aspecifici.  “Non c’è nessun allarme – dice Giovanni Gorgoni, Direttore del Dipartimento Salute della Regione Puglia – l’Osservatorio Epidemiologico ha redatto una circolare che abbiamo diffuso a tutte le Asl e agli Enti del territorio per avere una comunicazione uniforme, diretta e immediata. I cittadini che hanno dubbi o che devono recarci o provengono da uno dei paesi nei quali il virus risulta diffuso, possono fare riferimento al proprio medico di famiglia o al Dipartimento di prevenzione della propria Asl di appartenenza”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Virus Zika, l'osservatorio epidemiologico pugliese: "Attenzione ma nessun allarme"

BariToday è in caricamento