Cronaca

Vittime di femminicidio, a Ceglie un giardino intitolato a Chiara Brandonisio

Nello spazio pubblico ubicato nei pressi della scuola elementare del quartiere sarà affissa una targa che ricorderà la 34enne uccisa poco distante la mattina dell'8 luglio 2010 dall'uomo con il quale aveva avuto una relazione

Un giardino per ricordare Chiara Brandonisio e tutte le vittime di femminicidio. La giunta comunale ha approvato questa mattina la delibera che prevede che il giardino pubblico in via Di Venere, nei pressi della scuola elementare di Ceglie del Campo, venga intitolato alla 34enne carbonarese, uccisa la mattina dell'8 luglio 2010, proprio nei pressi della scuola, mentre si recava al lavoro.

Chiara fu massacrata a colpi di spranga dal 53enne Domenico Iania,  reo confesso dell'omicidio, che la 34enne aveva conosciuto sui social network e con il quale aveva avuto una breve relazione virtuale.

“Nei prossimi giorni, accogliendo una proposta del consiglio della IV circoscrizione, all’interno di quel giardino sarà apposta una targa in memoria di Chiara Brandonisio - ha dichiarato Titti De Simone, assessore ai Servizi elettorali, demografici e statistici - la donna barbaramente uccisa mentre andava al lavoro l’8 luglio del 2010 proprio a Ceglie del Campo. Con l’intitolazione di questo giardino la città di Bari intende ricordare tutte le vittime di femminicidio, un fenomeno aberrante che continua a registrare numeri spaventosi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittime di femminicidio, a Ceglie un giardino intitolato a Chiara Brandonisio

BariToday è in caricamento