"Il clan Di Cosola tentò di condizionare voto alle Regionali": 23 condanne

Affiliati al gruppo criminale avrebbero agito, in particolare in provincia, per cercare di influenzare il voto procurando preferenze al candidato Natale Mariella, in corsa nella lista 'Popolari' a sostegno di Emiliano

Si è concluso con 23 condanne e quattro assoluzioni il processo di primo grado, celebrato con rito abbreviato, relativo alla vicenda del presunto voto di scambio alle Regionali 2015, che vedeva coinvolti affiliati del clan Di Cosola.

"Il clan procurò voti per Mariella"

23 imputati sono stati condannati dal gup Alessandra Piliego a pene tra i 7 anni e 8 mesi e i 25 mesi di reclusione, con le accuse a vario titolo di associazione mafiosa, scambio elettorale politico-mafioso, coercizione elettorale e corruzione.Secondo quanto emerso dalle indagini della Dda, gli imputati, quasi tutti affiliati al clan Di Cosola, avrebbero agito, in particolare nella provincia, per cercare di condizionare l'esito delle Regionali pugliesi del 2015 procacciando voti, in cambio di denaro, a Natale Mariella (poi non eletto), in corsa nella lista 'Popolari' che sosteneva Michele Emiliano. Gli affiliati - tra cui Michele Di Cosola, figlio del boss Antonio oggi collaboratore di giustizia - avrebbero agito con "minacce velate", facendo leva sul potere di intimidazione del clan, anche fermando persone per strada. Per Armando Giove, incensurato, ritenuto dall'accusa il referente di Mariella che avrebbe trattato col clan la promessa di procurare voti offrendo in cambio 70 mila euro (per lui la Procura aveva chiesto 12 anni di reclusione), è stato condannato alla pena 2 anni, 1 mese e 20 giorni per scambio politico elettorale ed è stato assolto dall'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa.

Il processo celebrato nel Palagiustizia

Nonostante lo sgombero in corso, il processo è stato celebrato in un'aula del Palagiustizia di via Nazariantz, con il giudice che ha letto la sentenza chiedendo agli imputati detenuti il consenso a restare nel palazzo.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il van di Borghese sbarca a Bari: lo chef premia il miglior ristorante di crudo di mare

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Ultimo giorno di zona gialla, da domani la Puglia torna in arancione: cambiano regole e divieti

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Scuola in Puglia, c'è l'ordinanza di Emiliano: superiori in Ddi per un'altra settimana, per elementari e medie resta la scelta alle famiglie

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

Torna su
BariToday è in caricamento